RUBRICHE

Arriva l’estate: metti la salute ai tuoi piedi

di  | 
Girando scalzi in spiaggia o in piscina, rischiamo di procurarci infezioni alle nostre estremità inferiori. Ma con un'opportuna prevenzione e, se serve, qualche pomata ad hoc, si possono evitare o curare eventuali problemi

 

Con l’arrivo della bella stagione, accanto al piacere di una aumentata esposizione al sole e una maggiore attività fisica all’aperto, torna anche il rischio di alcune delle patologie della pelle più diffuse: le micosi ovvero le infezioni da funghi.
Queste affezioni possono colpire tutti, senza differenze di età e di sesso ed essendo infezioni contagiose, possono facilmente insorgere quando si frequentano ambienti comunitari (come piscine, palestre e scuole).
Per evitare il contagio, vi consigliamo di non scambiare con altri asciugamani e oggetti da toilette e soprattutto di non camminare a piedi nudi negli ambienti comuni come piscine e docce.
Un altro dei motivi che generano questo tipo di infezioni è quello di tenere i piedi chiusi in scarpe e calze che non traspirano, per cui la sudorazione facilita un ambiente umido che contribuisce alla crescita fungina. Per queste ragioni le localizzazioni delle micosi sono prevalentemente ai piedi e in particolare alle unghie.
Siccome questa patologia è molto diffusa tra gli sportivi, solitamente viene denominata piede d’atleta, ma non è necessario essere un atleta perché si presenti. I piedi sono decisamente la parte più soggetta a questo tipo di problematiche tanto che esistono altri tipi di funghi che si localizzano inizialmente tra le dita e la pianta del piede. Una forma particolare di micosi della pelle è poi la pitiriasi versicolor, in passato nota come fungo di mare, in quanto, di solito, si manifesta con chiazze diventano più evidenti quando ci si abbronza. È dovuta alla proliferazione di lieviti, normalmente presenti sull’epidermide umana, appartenenti al genere Malassezia.
Uno tra i germi maggiormente in causa è la Candida, fungo normalmente presente sulla pelle, ma che si sviluppa maggiormente quando la pelle è irritata e si indebolisce, perdendo il proprio ruolo di difesa.
Come abbiamo detto all’inizio, l’altra parte del nostro corpo che maggiormente viene colpita dalle micosi, sono le unghie. Quando questo accade si parla di onicomicosi: le unghie perdono il loro colore naturale, diventando bianche, nere, gialle o talvolta verdastre, si ispessiscono, si dimostrano fragili e friabili, perdendo spesso interi pezzi, e spesso, tutti questi sintomi, causano fastidio e dolore. Per evitare che l’onicomicosi persista a lungo, è necessario andare quanto prima dal medico, soprattutto se si notano piccole macchie biancastre sull’unghia. E vi consigliamo di fare la stessa cosa se notate delle macchie biancastre desquamanti sotto la pianta o tra le dita del piede.
Per quanto riguarda la terapia ci si avvale dell’applicazione locale di pomate o lozioni a base di antifungini come bifonazolo, clotrimazolo, fluconazolo o altre sostanze antimicotiche che normalmente sono molto efficaci e che, di solito, agiscono rapidamente.
Per questo non bisogna mai drammatizzare la situazione, ma non dimenticarsi, soprattutto d’estate, di controllarsi periodicamente i piedi.

Scrivetemi a: renato-ariano@libero.it

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi