HO UN SASSOLINO NELLA PANTOFOLA

Cara Asia, da donne a donna: sai che adesso ci hai davvero rotto?

Video del giorno

di  | 
Tra denunce e scandali, tragedie e psicodrammi, gesti volgari e insulti al mondo (a cominciare da sua madre Daria), l'Argento si mette sempre al centro dell'attenzione, non per meriti artistici, ma per narrare i fatti suoi. A 43 anni, ha l'età per diventare una signora. Ma le manca tutto il resto

 

E pensare che Asia Argento mi stava diventando quasi simpatica, come simpatiche possono esserlo tutte quelle persone a cui la vita non ha riservato solo belle sorprese e che per questo ci inducono a essere portati naturalmente dalla loro parte. Persone che hanno dovuto affrontare dolori, disagi e una serie di sfighe che non possono non suscitare in noi una dose di empatia e affetto. Questo, in linea generale vale un po’ per tutti, fatta eccezione per quelle persone a cui invece la vita ha dato soldi, fama e successo e che hanno utilizzato tutto questo non per costruirsi una solida carriera ma per distruggere e enfatizzare il lato negativo dello show business. Ecco, Asia Argento fa parte di questo genere di persone. E francamente adesso ha veramente rotto le balle! Se l’esposizione mediatica fosse dovuta ai suoi meriti professionali non ci sarebbe nulla di male, anzi, ma il fatto che sia dovuta ai cavolacci suoi invece di male ne ha, perché non se ne può più di questo suo protagonismo malato e patologico.

argento abito nero
Sarà che sono cresciuta con il concetto che i panni sporchi si lavano a casa propria, trovo assolutamente insopportabile essere costretta ogni giorno ad avere a che a fare con i deliri di miss Argento. Già, perché volente o nolente non c’è media che non ci propini con cadenza giornaliera le avventure di una donna di cui non avremmo mai sentito parlare se non fosse stata la figlia di un padre che negli Anni 70 ha sdoganato il genere cinematografico horror in Italia.

Anche se nel nuovo millennio, grazie ai social si ha la possibilità di rendere pubblica qualsiasi cosa, l’intelligenza dovrebbe consentire di scegliere cosa rendere di dominio pubblico e cosa tenere per sè. Ho sempre pensato che ad Asia Argento l’intelligenza non mancasse, ma francamente comincio a dubitarne. Certo, i media non si sono risparmiati e hanno cavalcato l’onda, del resto l’occasione era troppo ghiotta per non farlo. E Asia lo sa benissimo, perché nessun film, da lei diretto o interpretato, le avrebbe fatto ottenere un così alto numero di ospitate televisive e il vertiginoso aumento di followers.
Da Facebook a Twitter, passando per Instagram, la Argento ha cominciato a mettere in piazza la qualsiasi, senza mai porsi la domanda di quanto fosse grande il c***o che ce ne fregava.

argento 2
Scusate il linguaggio scurrile, ma parlando di Asia nasce spontaneo, visto che la signorina in questione non si è mai risparmiata in aggressioni e insulti. Non ultimi quelli rivolti alla propria madre, apostrofata come t***a per aver criticato la nuova relazione della figlia con Fabrizio Corona. Ora, parliamoci chiaro, quante delle nostre madri avrebbero approvato che sangue del proprio sangue andasse a mettersi con un ex carcerato, diventato famoso non per i propri meriti artistici ma per l’aggressività, l’arroganza e i crimini commessi? Certo, pure sua madre avrebbe potuto evitare di dare in pasto al pubblico gli affari suoi, ma non dobbiamo mai dimenticarci che tutti noi siamo il prodotto dei nostri genitori, e quindi se tanto mi dà tanto… Ci mancava giusto lei a fomentare tutto ‘sto casino mediatico, che da troppi mesi sta assurdamente tenendo banco.

argento dito medio
Nell’ordine, abbiamo dovuto assistere a una denuncia fatta circa 20 anni dopo il fatto, nei confronti del maiale hollywoodiano Harvey Weistein e la conseguente creazione del movimento #metoo, poi è stata la volta del suicidio del suo compagno Anthony Bourdain al quale Asia era così legata da ammettere (anche in questo caso pubblicamente) di non essersi mai accorta della profonda depressione che lo affliggeva; a tutto ciò è seguita la battaglia a colpi di post con Rose McGowen, rea di aver reso pubblica la presunta liason della Argento con il diciassettenne Jimmy Bennet, che le è costata ingiustamente il posto di giudice a Xfactor, dove va detto, Asia stava facendo un ottimo lavoro. Adesso, come se tutto questo non fosse stato più che sufficiente, ecco che dobbiamo sciropparci la sua storia con Fabrizio Corona, oltre alle foto della Argento in cui mette in mostra dito medio, lati B e lati A.  Ed è un peccato, perché la Argento a XFactor ha dimostrato di aver ben altro da mettere in mostra.
Di questo passo, tra un po’ la Argento per far parlare di sé andrà in giro ad imbrattare gli autobus romani, ah no scusate, dovrà inventarsi qualcosa di diverso perché questo lo ha già fatto sua figlia Anna Lou.

argento lato b
Da donna a donna, cara Asia, lascia che ti dica una cosa: le capacità e le competenze artistiche per essere una star le hai. Concentrati su quelle e smettila di romperci le balle con le tue vicende personali, che la visibilità che ti conquisti grazie al metterle continuamente in piazza non fa di te un personaggio di cui avere stima ed empatia. Se vuoi che le donne stiano davvero dalla tua parte, dimostra cosa sei capace di fare e non con chi dividi il letto.
A 43 anni hai l’età per diventare una signora. E’ un peccato non riuscirci perché ti manca tutto il resto.

Image credits: Instagram

 

1 Commento

  1. Menover50mode

    13 novembre 2018 at 9:28 am

    Carissima Cecilia,
    Come portavoce di noi maschietti maturi, approvo pienamente il tuo stato nei suoi confronti! Menover50mode

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *