Stile di vita

Ecco le 6 categorie di persone che godono a guastarti la festa

di  | 
Uomini o donne, si distinguono in criticoni, egocentrici, negativi, sabotatori, manipolatori e vittime e il loro scopo è succhiarti positività, perché si alimentano della sofferenza altrui e adorano rovinare la vita al prossimo, rendendola un inferno. Ma se impari a riconoscerli, puoi evitarli

 

Che uno dei fattori fondamentali per essere felici sia quello di eliminare dalla nostra vita la presenza di persone “tossiche”, è un evidente e forse scontato dato di fatto. Quello che lo è meno è individuare le tipologie delle persone da tenere lontane per permetterci di allontanarle all’istante, in caso già facciano parte della nostra vita, e di starne alla larga quando ci si presentano nuove possibilità di frequentazione.

Se già in questo articolo vi abbiamo raccontato le caratteristiche dell’uomo “tossico” e vi abbiamo dato tutta una serie di informazioni per imparare a riconoscerlo e quindi a evitarlo, è bene sapere che esistono altre tipologie di persone che è necessario non frequentare, se non vogliamo che la nostra felicità sia impedita e compromessa. E in questo caso è necessario parlare di persone, perché non vi è alcuna distinzione tra il genere femminile e maschile. Quante volte infatti, coloro che abbiamo reputato amiche, si sono rivelate estremamente dannose per il nostro benessere?

La prerogativa di tali persone, che oltre che tossiche potremmo definire comunemente “vampiri energetici”, è infatti quella di trarre beneficio dalla sofferenza altrui, andando a scovarne i punti più vulnerabili e utilizzandoli per rendere la vite degli altri un vero e proprio inferno.

Non ci si deve però colpevolizzare per non aver saputo riconoscere tali soggetti, perché la loro arte sta proprio non riuscire a farsi conoscere per ciò che realmente sono. Quindi non stupitevi perchè se vivessero a Hollywood, queste persone potrebbero tutte vincere l’Oscar come miglior attrici/attori protagonisti!

manipolatori nascosti
Ecco allora che per evitare di cadere nella loro trappola l’unico modo è sapere individuarle prima che si insinuino nelle nostre vite. Per cominciare, anche se la vostra indole vi porta a fidarvi, imparate a tenerla a bada e a non lanciarvi in rapporti d’amore o d’amicizia senza prima aver analizzato con obiettività i soggetti in questione.

Eccovi dunque un elenco delle tipologie di esseri umani, tutte appartenenti alla macro categoria dei vampiri energetici: imparare a riconoscerli consentirà a noi di starne alla larga e a loro di cibarsi di quella solitudine che è l’unica dimensione che si meritano di vivere.

I criticoni

Avete presente quelli o quelle che qualsiasi cosa voi facciate sono lì pronti a demolirvi? Ecco, sappiate che le loro costanti critiche non c’entrano nulla con quelle costruttive che aiutano a migliorarci e che quindi ognuno di noi è bene accetti e tenga presente, ma hanno il preciso scopo di distruggere la nostra autostima e di farci diventare dei burattini nelle loro mani. Per i criticoni infatti non c’è nulla di più appagante che poter plasmare e manovrare un altro essere umano perché distruggendo l’altrui autostima rafforzano invece la loro.

Gli egocentrici

Categoria tossicissima, in cui il soggetto protagonista ha la necessità di esserlo anche del vostro mondo. Non stupitevi dunque se vuole essere costantemente al centro dell’attenzione e se quando prendete la parola farà di tutto per togliervela e prenderne a sua volta possesso. Generalmente facendovi anche passare per l’ignorante della situazione. Dategli il beneficio del dubbio e testatelo in un paio di occasioni: se in entrambi i casi il suo comportamento ha queste caratteristiche, salutatelo cordialmente e cancellatelo subito dai vostri contatti.

I negativi

Se per poter riuscire a vivere una vita perlomeno serena la giusta filosofia è quella del “c’è sempre una soluzione a tutto”, il modus vivendi dei negativi è esattamente l’opposto. Per loro non solo la soluzione non c’è ma in ogni possibile soluzione trovano un problema. Vi guardano in faccia e invece di darvi una mano vi trattano da “poverina”, prospettando le peggiori visioni di quanto già vi sta accadendo. Il marito ti ha lasciato? Eh , poverina, a 50 anni chi vuoi che ti prenda. Hai perso il lavoro? Eh, poverina ormai non hai più nessuna possibilità! Tuo figlio adolescente ha problemi esistenziali? Eh quel ragazzo lì farà una brutta fine… e avanti così, fino a contagiarvi irrimediabilmente con la loro negatività! Scappate subito e salutateli con il vostro miglior sorriso!

manipolatori
I sabotatori

Ovvero coloro che spinti da invidia e gelosia godono nel distruggere le vite degli altri. State dando vita a un progetto ambizioso che vi impegna tempo, energia e passione? Ecco che arrivano, armati di tutto il loro sapere attraverso il quale sminuiscono gli obiettivi che vi siete prefissati di raggiungere e mettono in evidenza solo i lati rischiosi e negativi di quel progetto che a voi sta tanto a cuore. E non è raro che poi, quello stesso progetto, a cui voi avete rinunciato perché influenzati proprio dal parere dei sabotatori, siano proprio loro stessi a metterlo in atto. Ecco se permettete che questo accada, prima fustigatevi ma poi fustigate loro, ripetutamente, con costanza e determinazione.

I manipolatori

A questa categoria in realtà appartengono anche tutti coloro che fanno parte delle tipologie fin ora descritte. Già, perché in ultima analisi i criticoni, gli egocentrici, i negativi e i sabotatori hanno un’influenza tale sulle vite altrui che ha come scopo finale proprio quello di potervi manipolare, perché questo significa avere il potere. L’obiettivo dei manipolatori è infatti quello di poter controllare le vite degli altri e di plagiarle a fare ciò che per questi soggetti non è un semplice desiderio, ma una necessità per poter vivere una vita che di suo non ha nulla e che pertanto ha bisogno di quella degli altri per avere un senso. Se vi trovate di fronte a uno di questi spregevoli esseri, scappate a gambe levate ma non prima di avergli spezzato le sue.

Le vittime

Ovvero tutti coloro che non sanno far altro che incolpare gli altri di tutte le sfighe che gli capitano. Li hanno licenziati? La colpa è del boss, che non ha saputo apprezzare le loro capacità, non è loro, che su cinque giorni a settimana si danno malati per quattro. Hanno lasciato le chiave sullo scooter e glielo hanno rubato? La colpa è dei ladri, non è la loro perchè se le sono dimenticate. E di questi esempi potremmo farne a iosa, ma quello che è importante è stargli lontano perché se incolpano gli altri per ciò che accade a loro faranno di tutto per farvi sentire in colpa per qualsiasi cosa di sgradevole accada nelle vostre vite.

Video del giorno

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi