CULTURA

“Ho la sclerosi multipla e grazie a voi la racconto nel mio libro”

Video del giorno

di  | 
La giornalista Elisabetta Salimbeni che dal 2005 lotta contro quella che lei ha ironicamente ribattezzato SeM qualche mese fa aveva chiesto visibilità per trovare un editore che pubblicasse la sua storia. Il sogno si è realizzato
Ciao amiche carissime, ho 47 anni e da 13 anni sono malata di Sclerosi Multipla. Tempo fa anche su Signoresidiventa vi avevo parlato del mio libro e della voglia di pubblicarlo. Ecco quello che avevo scritto:

Scriverò un libro. Avrò tutto il tempo che voglio. Ne ho già in mente due, forse anche un terzo di fiabe per bambini. L’idea me l’aveva data una psichiatra infantile che avevo conosciuto a un corso di cucina per celiaci. Sono passati parecchi anni da quei pensieri e da quelle parole ripetute cento volte agli amici, anche a tutti quelli che incontravo, mentre si scambiavano due chiacchere e mi chiedevano come stavo. Ne ho cominciato davvero uno o forse due ma nessuno andava nella direzione giusta e il tempo passava, fino a un giorno che… ti viene l’attacco giusto!

“Era il 2005 nel mese di giugno, quando ho conosciuto SeM.
Così, ho deciso di chiamare la mia Sclerosi Multipla.
Ho pensato che scrivere di Lui, potesse fare bene
a me stessa e magari alle persone che l’hanno incontrato,
prima di me e vogliono prendersi in giro
e fare gli spericolati come ho fatto io.
Qui, scrivo alcune storie di ordinaria follia, tra me e SeM,
a cui ho voluto dare un nome proprio di semi-fantasia
al maschile e un’importanza primaria.
È l’unico nome proprio, che compare in queste pagine ed a essere evidenziato in neretto corsivo!


Quella che avete letto è la prefazione del libro che ho deciso di scrivere e che sto scrivendo. Mi chiamo Elisabetta Salimbeni, ho 46 anni, sono una giornalista e grafica e dal 2005 lotto con tutta me stessa per contrastare questo mostro. E qualche volta vinco io. Per esempio, le vedete le scale del trullo, dietro a me nella foto sopra il tiolo? Beh, alla fine una volta l’ho fregato e ci sono salita.

Un anno fa, ho deciso di scrivere questo libro. All’inizio non aveva una rotta precisa. Tanti pensieri e diverse tematiche. Fino al giorno che guardandomi allo specchio, ho realizzato di potercela fare. Di giocare, se è possibile, con una malattia, ad oggi, incurabile. Così, a settembre dell’anno scorso è nato SeM. Ricucire i pensieri del passato non è stato semplice ma col tempo, io e SeM, siamo quasi diventati amici!
Capitoli che non hanno una cronologia vera e propria. Vanno, con pezzi di vita che mi ricordavo in quel momento. Scrivevo, di quello che la mia mente voleva ricordare. Qualche mese fa ho deciso di fermarmi e di rendere pubblici i miei pensieri e le avventure che mi hanno accompagnato, in questi anni.


Magari, potrebbero servire a qualcuno che ha conosciuto SeM e non riesce a fregarsene, mettendo da parte la propria vita.
Mi piacerebbe tantissimo pubblicare SeM, ma ho bisogno di tanti Follower e tanta visibilità, perché qualche casa editrice, lo noti e si appassioni di Lui. Mi aiutate anche voi, per favore?

E’ passato qualche mese e il mio sogno, grazie anche al vostro aiuto, si è avverato. A luglio di quest’anno me l’hanno pubblicato e fino a ora è piaciuto!  Se avete voglia di sbirciare qua e là eccovi qualche link dove potete farlo:

 

Blog: sclerosimultiplaesem.wordpress.com
Facebook: Elisabetta Tabe Salimbeni
Twitter: Tabe Salimbeni

 

 

 

1 Commento

  1. Pingback: Un ringraziamento speciale – SeM e la mia folle Sclerosi Multipla

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi