ANIMALI

L’uomo che ama i gatti è un partner ideale

di  | 
Sta aumentando di mese in mese in Italia il numero dei single che si portano in casa un micio. E gli esperti assicurano che per loro la convivenza con un felino è un'ottima scuola in vista di quella con una compagna, che sotto certi aspetti ha qualcosa in comune con l'amico a quattro zampe. Anche se non miagola...

 

Se il vostro uomo ama i gatti, siete una donna fortunata. Già perché pare che i felini esercitino un fascino particolare sull’universo maschile proprio in virtù delle loro caratteristiche tipicamente… femminili. Indipendenti e misteriosi, capaci di ignorarti salvo poi perdersi nelle fusa, i mici sembrano essere il terreno di allenamento ideale per l’uomo che desidera fare felice la sua compagna, rispettandone la personalità ma al tempo stesso soddisfacendo le sue attese. Tutto questo emerge da una ricerca condotta in Inghilterra, dove negli ultimi dodici mesi il numero di gatti domestici è aumentato di circa mezzo milione di esemplari, portando il totale a otto milioni.


Analoga la situazione in Italia dove i felini “addomesticati” (si fa per dire…) risultano essere circa sette milioni, cioè più dei cani, considerati da sempre “i migliori amici dell’uomo”, ma sicuramente meno facili da gestire rispetto ai gatti. Ed è soprattutto in aumento il numero di mici accasati presso famiglie composte da un solo elemento, anch’esse in aumento secondo i più recenti dati dell’Istat.


Dunque, al single, uomo o donna che sia, si addice un felino domestico. E su questo dato si inserisce la valutazione psicologica di cui sopra: se la donna si riconosce nel gatto vedendo invece spesso nel cane una creatura più simile all’uomo (il classico cucciolone),  presso il pubblico maschile abituarsi a fare i conti con un partner che dice solo “miao” sembra essere un’ottima scuola per una convivenza più impegnativa, basata soprattutto sul reciproco rispetto.


“Il gatto”, ha dichiarato recentemente la veterinaria Cristina Crosta, “è come una bella donna, da conquistare ogni giorno. Magari gli presenti le pietanze più ricercate e lui ti snobba. Non ti perdona se sbagli e devi ricominciare da capo“. Quindi, signore single di ogni età, il padrone (e anche qui si fa per dire…) di un gatto può rivelarsi un compagno appetibile. E per conquistarlo non occorre miagolare

Salva

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi