Pensa alla salute

Se vuoi regalarti un tatuaggio, quest’estate sceglilo tutto bianco

Video del giorno

di  | 
Il total white è un tattoo delicato ed elegante, ideale per chi non ha voglia di ricoprire il proprio corpo con disegni troppo colorati o troppo scuri e per ottenere un effetto molto sofisticato, più glamour e meno appariscente

 

Ormai il tatuaggio non è solo un fenomeno estetico di tendenza ma è riuscito a inserirsi a pieno titolo tra le espressioni di eleganza e sex appeal: ben lungi dal passare di moda, si tratta di una pratica sempre più sdoganata e ormai diffusa non solo tra i giovani e gli adolescenti, ma anche tra gli adulti, che non rinunciano più a usare il proprio corpo come mezzo di espressione. Nel variegato mondo del tattoo ha di recente fatto la propria comparsa anche l’inchiostro bianco, che consente di realizzare tatuaggi delicati ed eleganti, ideali per chi non vuole ricoprire il proprio corpo con disegni troppo colorati o troppo scuri e per ottenere un effetto sofisticato, glamour e meno appariscente.

white tattoo 2
Per rendere un tatuaggio bianco visibile e compatto serve il lavoro di tatuatori altamente specializzati, che passino più e più volte l’inchiostro sulla stessa zona, evitando al contempo di danneggiare i tessuti. Attenzione però, tatuarsi non è mai una pratica completamente esente da rischi: “Con l’esposizione al sole l’inchiostro bianco tende ad ingiallire”, afferma la professoressa Antonella Tammaro, ricercatrice presso l’Università La Sapienza di Roma, “mentre quello nero può dare fenomeni di fotosensibilizzazione con conseguente effetto ‘rilevato’ della cute. Per non parlare delle complicanze ancora più serie che possono prodursi a livello cutaneo e non solo”.
Nell’esecuzione dei tatuaggi esistono infatti numerose complicanze, che possono essere di natura non allergica (come la dermatite irritativa da contatto e le reazioni lichenoidi), allergica (come la dermatite allergica da contatto e le reazioni sistemiche) oppure entrambe (come l’orticaria da contatto e le reazioni granulomatose). “L’introduzione di pigmenti esogeni, a livello intradermico, inoltre”, continua la Tammaro , “può causare reazioni cutanee eczematose, reazioni granulomatose, reazioni lichenoidi, lesioni sarcoidee, vasculiti, iperplasie pseudo-epiteliomatose”.

white tattoo3
Il consiglio è dunque quello di affidarsi esclusivamente a dei professionisti che generalmente, prima di realizzare il tatuaggio che desiderate, effettuano un test sulla vostra pelle, proprio per verificare che non abbiate alcuna reazione allergica ai pigmenti.

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi