Belli capelli

A ognuna il suo caschetto: ecco come scegliere quello più adatto

di  | 
Nato negli Anni 20 come pettinatura delle donne emancipate e rivisitato nel tempo, non passa mai di moda e viene a ogni stagione riproposto in nuove versioni. E quella del 2019, per esempio, sarà particolarmente indicata per le signore fifty perché capace di ringiovanire il volto

 

Carrè o bob, liscio glossy o mosso spettinato, con frangia o riga in mezzo, perfettamente geometrico o asimmetrico. Comunque lo vogliamo chiamare e declinare è sempre lui: il caschetto.
Taglio classico e sbarazzino, il carrè é perfetto per le fashion addicted (Anna Wintour, direttrice storica di Vogue USA e icona di stile, lo sfoggia da sempre) e per le signore attente a tutti quei trucchetti che possono aiutare ad apparire più giovani.

caschetto Anna_Wintour

Anna Wintour

VINTAGE E TRENDY

La storia del caschetto affonda le proprie radici nei primi vent’anni del Novecento, quando le signore vivevano uno straordinario momento di emancipazione (poi interrotto dalla Seconda Guerra Mondiale). In questo periodo le donne più indipendenti si definivano flappers e, per rivendicare la propria autonomia senza rinunciare alla femminilità, si tagliavano i capelli a caschetto.

caschetto 1 a

Marlene Dietrich e Louise Brooks

Erano carrè cortissimi e spesso con la frangetta, come quello della diva del cinema muto Louise Brooks (rivisitato anche da Catherine Zeta-Jones nel musical Chicago), oppure con onde strutturatissime stile Marlene Dietrich. La nuca era lasciata scoperta, o addirittura leggermente rasata all’attaccatura dei capelli, per provocazione e come richiamo erotico.

caschetto 2

Catherine Zeta-Jones e Demi Moore

 

caschetto Valentina

Valentina

Da allora il caschetto non è mai stato dimenticato del tutto. È tornato di moda negli Anni 60/70 grazie alla sexy Valentina dei fumetti, con carrè corvino e frangetta, e poi negli Anni 90, complice Demi Moore con un bob liscio e serico nel film Proposta indecente. Infine nel 2000, rilanciato in versione asimmetrica dalla fashion icon Victoria Beckham.

caschetto Victoria Beckham

Victoria Beckham

LA FORZA DEL CASCHETTO

Uno dei segreti del successo di questo taglio evergreen è la capacità di rendere il viso più sbarazzino e di accentuare la femminilità. Una volta si pensava che per portarlo bisognasse avere capelli docili alla piega, ma in realtà il carrè, o bob, è uno dei tagli più facili da gestire.

caschetto bob
Oggi infatti non è necessario avere il liscio piombo o rincorrere per forza lo stile glass hair (capelli lucidi come vetro): gli stylist ci suggeriscono molte varianti sul tema: dal messy bob (il caschetto spettinato, tipo Uma Thurman in Kill Bill) al wavy (onde morbide).

caschetto wavy bob

Wavy bob

caschetto uma kill bill

Uma Thurman in Kill Bill

Anche la lunghezza è una scelta personale: il long bob è tutto pari sotto il mento, il lob invece ha le punte lunghe fino alle spalle e la parte anteriore leggermente più corta.

caschetto medium and long bob

Medium e long LOB

Poi c’è il pob, più estremo e asimmetrico, cortissimo e sfumato sulla nuca.

Caschetto POB

POB

Caschetto Lob-Haircut-Trend

LOB

IL TAGLIO PIÙ INFLUENTE DELL’ANNO

Gli hair stylist giurano che il trend del 2019 è il soft touch carrè. Bandito quindi il liscio estremo e piatto, a favore di un look che vuole capelli soffici e naturali, particolarmente indicato per noi signore perché capace di alleggerire i lineamenti e ringiovanire il volto.

caschetto Charlize Theron

Charlize Theron

Molte celebrità non hanno perso tempo e lo sfoggiano già: da Charlize Theron che ha scelto un lob dalla linea leggera, sfilato sulle punte e con ciuffo laterale, a Michelle Obama che lo porta mosso e arioso in accordo con i propri capelli.

caschetto Michelle Obama

Michelle Obama

Come loro anche noi possiamo trovare il nostro caschetto ideale, per coniugare stile e praticità, bellezza ed età.

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.