Belli capelli

Ecco come utilizzare in modo intelligente la piastra per i capelli

di  | 
Per lisciare la chioma o realizzare onde, boccoli e pieghe di vario tipo sì all'utilizzo della piastra ma avendo sempre presente di utilizzarla senza danneggiare i capelli. Ecco come.

La piastra per i capelli si sa, è la migliore amica di tutte le donne. Permette di lisciare la chioma ma anche di realizzare onde, boccoli e pieghe di vario tipo. Non sempre però viene usata in maniera intelligente, a discapito non solo dell’acconciatura, ma anche della salute dei capelli.
Di seguito andiamo a vedere qualche consiglio per utilizzarla in maniera efficace e non dannosa.

Piastra per capelli, meglio se professionale

piastra-capelli-2

Una piastra professionale ha sicuramente caratteristiche tecniche molto più elevate rispetto ad una di seconda categoria. Le piastre dei parrucchieri non a caso, sono dotate di termostato, essenziale per modulare il calore emesso dal dispositivo. Non tutti i capelli infatti possono essere modellati ad alte temperature. Le migliori piastre per capelli sono quelle che hanno temperatura regolabile compresa tra 120°C e 240°C circa.

Un altro aspetto importante durante l’utilizzo di una piastra per capelli, è l’ergonomicità della sua impugnatura, ovvero quanto è facile da impugnare e da maneggiare. Piastre pesanti e con impugnature scomode da usare, sono sicuramente controproducenti al risultato finale della piega.

Per ogni chioma la sua piastra

piastra-capelli-3

Al fine di ottenere risultati graditi dal punto di vista della capigliatura, è bene scegliere una piastra compatibile con i propri capelli. Piastre strette e dalle placche di dimensione ridotta ad esempio, potrebbero risultare inutili su una persona con capelli lunghi e folti. Stessa cosa per quanto riguarda una piastra molto larga su dei capelli molto corti. Ecco quindi che in base alla lunghezza dei capelli, varierà anche la grandezza e la forma della piastra.
Ma non solo, la forma della piastra deve essere scelta anche in base al risultato finale che si desidera ottenere. Le piastre con le placche strette e con i bordi arrotondati, sono perfette per le pieghe lisce, ma anche per creare boccoli e onde. Le piastre con placche più ampie e dai bordi spigolosi invece, sono perfette per applicare molta pressione sulle ciocche da stendere.

Altri consigli utili per l’utilizzo della piastra per capelli

piastra-capelli-4

Potrebbe essere opportuno proteggere i capelli dal calore della piastra, con dei prodotti appositi, chiamati termo-protettori. Quest’ultimi consistono in spray molto liquidi, da vaporizzare sulle lunghezze e capaci di creare una sorta di film protettivo su tutto il capello.

Altro consiglio utile è quello di piastrare i capelli solo dopo averli asciugati in modo accurato, in quanto lo sbalzo termico potrebbe bruciarli e rovinarli. È sconsigliato inoltre passare sopra ogni ciocca per più di due volte, in modo da non stressarla troppo.

piastra-capelli-5

Un errore da evitare, è quello di usare la piastra dopo aver applicato lacche o spume fissanti. In questo modo i capelli, oltre a bruciarsi, si uniranno tra di loro. Non dimentichiamoci infatti che i prodotti che tendono a modellare i capelli chimicamente, sono soliti contenere alcool, che a contatto con il calore della piastra creerà una reazione poco salutare per i capelli.

Ecco quindi che il mondo delle piastre è veramente vasto. Basterà seguire i pratici consigli sopra elencati per ottenere pieghe belle e professionali, rispettando a 360° la salute dei capelli.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.