Pensa alla salute

Ecco le strategie per abbuffarsi durante le feste senza ingrassare

di  | 
I pranzi e i cenoni di fine anno sono tour de force per il fisico e, dopo mesi di palestra, sacrifici e diete, è inevitabile la paura di riprendere i chili persi con fatica. Ma basta seguire 20 regole per non avere sorprese sulla bilancia

 

pierluigi x art nataleCarissime signore, come tutti gli anni, la storia si ripete! I pranzi e i cenoni di fine anno sono dei veri tour de force per il nostro fisico e, dopo mesi di palestra, sacrifici e diete, la paura di riprendere quei chili che abbiamo fatto tanta fatica a perdere ci assilla.
Così, al fine di evitare spiacevoli sorprese all’inizio di gennaio, vi elenco 20 buoni consigli per far sì che l’appuntamento con la bilancia sia più piacevole, perché, ricordatevi sempre, “prevenire è meglio che curare”.

 Le 20 regole d’oro per affrontare pranzi e cenoni

1) La regola numero 1 è senz’altro quella di evitare digiuni forzati. Arrivare a un pranzo o a una cena con una “fame da lupi”, ci porterebbe a ingozzarci di tutto quel che c’è. Non mangiare per prepararsi all’abbuffata è sbagliato e dannoso!
2) Consiglio innanzitutto di limitare le abbuffate unicamente nei giorni delle feste comandate. Passato Natale e Capodanno, tutti gli altri giorni limitatevi a pasti leggeri dove frutta e verdura cruda non devono mancare.
3) Prima di iniziare il pranzo di Natale fate attività fisica. Non occorre andare in palestra, basta semplicemente una passeggiata di un’oretta. Ancor meglio se a passo veloce.
4) Idratarsi bene è fondamentale. In effetti, così facendo, più si beve più si elimina e si drena velocemente. Si smaltiscono le tossine e al tempo stesso ci si sazia più rapidamente. Evitate però, le bibite gassate.
5) Almeno un’ora prima del cenone o del pranzo di Natale mangiate una mela o uno yogurt neutro in modo da riempire lo stomaco con alimenti poco calorici che creano un senso di sazietà iniziale così da limitarci nelle porzioni.


6)
Evitate gli stuzzichini con l’aperitivo, dove in genere le bombe caloriche non mancano. Se proprio non riuscite a farne a meno, date spazio a verdure crude e formaggio bianco invece della maionese o altre salse grasse. La frutta disidratata è ottima perché è povera in calorie e comunque sfiziosa.
7) Preferite champagne o spumante invece di altri alcolici molto più ricchi di calorie.
8) Non dovete rinunciare ai piatti tradizionali tipo cotechino o zampone ma l’importante è limitare le porzioni e se possibile servire le pietanze in piatti di dimensioni ridotte. In questo modo il nostro cervello reagisce elaborando prima il senso di sazietà.
9) Servitevi solo una volta, evitando di avere gli occhi più grandi della pancia.
10) Masticate lentamente, in modo che il cervello registri un senso di sazietà proveniente dal nostro stomaco. Lo stomaco ha infatti bisogno di 20 minuti per informare il cervello del senso di sazietà: tenete sempre presente questa regola per favorire la digestione. Masticando velocemente invece, lo stomaco si riempie di aria e si ha una spiacevole sensazione di pesantezza.

pranzo-di-natale
11)
Non saltate il dessert. Ce lo possiamo proprio permettere: basta tenere sotto controllo la quantità e evitare possibilmente dolci con tanta crema, panna e mascarpone. Meglio una fettina di panettone o pandoro, non farciti e ancor meglio una macedonia.
12) Evitate di mangiare torrone, croccante, noccioline, salatini e frutta secca (albicocche, mandorle ed ecc.) come antipasto o a fine pasto.
13) Evitate lo zucchero normale e di canna e sostituitelo con la stevia poiché è naturale e non ha calorie.
14) Non saltate i pasti. Dopo il pranzo di Natale si ha la tendenza a saltare la cena: neiente di più sbagliato! Si deve sempre mangiare qualcosa di leggero perché se si salta un pasto il nostro corpo rallenta il metabolismo e quindi immagazzina di più. Date spazio a frutta e verdura crude e con pochi condimenti.
15) Dopo pranzo, invece della pennichella fare una bella passeggiata all’aperto per almeno 40 minuti.

Tavola-Cibo-Natale
16)
Se riuscite a procurarvi dei melograni, bevetene una spremuta al giorno. Grazie alla presenza di antociani, tannini e antiossidanti il melograno aiuta a controllare il peso e a bruciare le calorie extra.
17) Le noccioline e la frutta secca non devono mancare in questi giorni di festa, però devono essere consumate come snack e non all’inizio o alla fine dei pasti.
18) I vini, spumanti o champagne a Natale non possono mancare mai ma vanno sempre bevuti con moderazione: un bicchiere a pasto e uno al brindisi. Evitate i superalcolici.
19) Durante tutto il periodo preferire il tè verde; ricco in egcg, un polifenolo che oltre a essere un ottimo antiossidante attiva il metabolismo limitando l’aumento di peso.
20) Se nonostante tutti i buoni propositi avete esagerato, provate il mukhawas, un naturale ed efficace digestivo indiano a base di semi di finocchio e cristalli di zucchero.

La tisana purificante

Se sapete già che non ce la farete a trattenervi e che finirete con l’esagerare, vi propongo questa tisana purificante (antibatterica) e sgonfiante:
tagliate alcuni pezzi di scorza di limone (ovviamente biologico e con scorza edibile), aggiungete alcuni pezzi di zenzero, alcune foglie di alloro e fate bollire per qualche minuto.

natale-TISANA-ZENZERO-LIMONE-2
Versate la bevanda in una tazza e aggiungete un cucchiaino di miele e poche gocce di limone. Bevetela la sera prima di coricarvi e alla mattina a digiuno.

Sito internet: www.menover50mode.com
Facebook: https://www.facebook.com/menover50mode/
Instagram: @pancirolipierluigi  @menover50mode

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.