STILE DI VITA

I 5 vantaggi di una signora con il ventaglio (ovvero in menopausa)

di  | 
La definizione del regista Pedro Almodovar per le donne che hanno raggiunto questa fase della vita suggerisce come, al di là dei disturbi fisiologici, esse possano godere anche di qualche piccolo privilegio

 

Uno dei film del mio amato Pedro Almodovar si concludeva con una frase speciale: “Dedicato a tutte le meravigliose signore con il ventaglio”. Solo un genio come Almodovar poteva trovare una così elegante e sottile metafora per definire la menopausa. Quando lo vidi erano da poco cominciati i primi segnali di quella fase della vita che da sempre mi era stata presentata come una delle più grandi sciagure. Al pari di una delle più terribili malattie, tutte noi che negli Anni 80 nemmeno osavamo prunciare la fatidica parola perchè rappresentava una situazione troooooppo lontana, ora siamo invece qui, a fare i conti con vampate h24 e dolori articolari che ogni mattina ci fanno sembrare vittime di un Caterpillar. Per parlare poi della cellulite, che anche se pesiamo 40 chili si diffonde a macchia d’olio o del gonfiore diffuso che ci fa sembrare dei mini Bibendum. E nel peggiore dei casi dobbiamo fare anche i conti con un mare di secchezza, laddove una volta era tutta lubrificazione. Quindi mi predereste per scema se invece ora vi dicessi che noi signore con il ventaglio stiamo in realtà vivendo la migliore delle nostre età?

menopausa donne con il ventaglio

Ogni età ha la sua bellezza

Ebbene sì, care signore con il ventaglio, è proprio così. quindi non stupitevi se vi dico che l’età della menopausa è la più bella. Mettiamo da parte tutti i disturbi sgradevoli sopracitati e pensiamo ai grandi vantaggi che invece derivano da questa condizione. Io ne ho individuati ben 5, comuni a tutte noi. Ecco quali sono!

1) Tampax addio

Ma volete mettere che grande liberazione sia non avere più le mestruazioni? Decenni di viaggi con valigie e borse piene di assorbenti e vagonate di pillole anticoncezionali. Bastava prendere un aereo perchè il ciclo si presentasse puntuallissimo: peccato fosse in anticipo di un paio di settimane e l’unico Tampax a nostra disposizione fosse nella valigia in stiva. Perchè “Tanto non mi serve, mi devono venire tra due settimane!”. Vi siete forse dimenticate di tutte quelle volte in cui era un casino fare sesso perchè “indisposte”? O di quando da ragazzine, le nostre madri in spiaggia ci facevano indossare i pantaloncini e ci proibivano di fare il bagno? Che era come aver marchiato a fuoco sulla pelle lo stato di mestruata. Senza contare l’incubo di ogni ritardo o la delusione di chi un figlio lo ha cercato in tutti i modi e ogni mese ha dovuto invece correre in farmacia per comprarsi l’ennesimo pacco di assorbenti. Ebbene, ora che tutto questo è finito, non vi sentite meravigliosamente libere?

menopausa donne con il ventaglio modigliani

2) Bye Bye amori disfunzionali

Ammettiamolo senza vergogna: quante volte nella vita abbiamo permesso ai nostri ormoni di avere le meglio? Certo, accadeva senza che ce ne rendessimo conto, ma le più grandi passioni che abbiamo scambiato per grandi amori, molto spesso non erano che una banale ovulazione. Ormoni a gogo, estrogeni e follicoli scoppiettanti: molti matrimoni sono stati figli di picchi ormonali particolarmente estroversi. E considerato che la maggior parte dei divorzi arriva dopo la cinquantina, è facile capire come sia finita. Adesso che invece il tourbillon estrogenico è terminato, il rischio di trovarci in situazioni alla “pensavo fosse amore e invece era un calesse” è archiviato. E ha lasciato il posto alla consapevolezza che il principe azzurro non esiste!

3) La condivisione del dolore

Eh già, se da ragazzine ci vergognavano persiono a confidare all’amica di avere mal di testa, le conversazioni di noi signore col ventaglio sono invece sempre più spesso improntate sulle più svariate patologie. Che spesso, peraltro sono inesistenti, perchè uno dei vantaggi della menopausa è che ci è consentito essere anche un tantino ipocondriache. Molto meglio parlare di ginocchia tremule, pressione alta, tachicardia, scalmane, mal di schena e colosterolo piuttosto che del solito idiota che ci ha sedotto e abbandonato. Volete mettere quanto sia più condivisibile il dolore fisico (reale o inventato che sia) rispetto a quello amoroso? Senza contare che è molto più facile parlare di problemi fisici piuttosto che psicologici, perchè sulla scarsa autostima e sullo stato depressivo post divorzio è parecchio complicato. Mentre condividere le proprie impressioni sull’ultima mammografia o sul pap test appena fatto è moooolto più semplice!

donne con ventaglio menopausa oriente

4) La seconda primavera

E’ così che in Cina viene definita la menopausa. Per gli orientali, le signore con il ventaglio vivono un vero e proprio momento di rinascita proprio grazie alla menopausa che la medicina tradizionale cinese vede come un alleato contro l’invecchiamento e non la sua causa. Questo perchè – e qui torniamo al punto 1 – l’interruzione del ciclo mestruale consente alla donna di riequilibrare yin e yang e indirizzare verso se stesse quelle forze prima destinate alla riproduzione.
Non a caso nella cultura indiana la menopausa è rappresentata dalla Dea Kalì che balla sopra un cadavere, metafora del cambiamento e della trasformazione. Ora che lo sappiamo, facciamo in modo che anche in Occidente si spanda la voce.

5) Chissenefrega

Sapete che c’è? Che se una volta ammettere di non avere più il ciclo – aridaje – equivaleva ad ammettere di essere vecchie e inutili perchè impossibilitate a procreare, ora esibire il proprio ventaglio è diventato un vanto. Perchè è proprio grazie a quel ventaglio che esprimiamo il nostro stato di donne finalmente libere. Libere di avere un’età in cui scegliere, libere di svetagliarsi in pubblico anche in pieno inverno. Libere di esprimere ad alta voce un chissenefrega di fronte a quelli che fino a qualche anno fa ci sembravano problemi insormontabili. Perchè, care signore con il ventaglio, è proprio quando nella menopausa ci si è dentro con tutti i piedi che lei stessa ci regala il suo più grande insegnamento. E cioè che non ce ne frega più nulla di essere in menopausa.

 

 

 

 

2 Comments

  1. Claudia

    12 Agosto 2019 at 6:50 am

    Bellissimo articolo che mi ha messa di buon umore! Grazie
    Cla

    • Staff

      21 Agosto 2019 at 4:32 pm

      Grazie mille! Siamo contente che le sia piaciuto! E non dimentichiamoci mai che noi signore con il ventaglio siamo una forza della natura! 🙂

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.