In forma

Quest’estate prova il beachyoga, lo yoga praticato sulla spiaggia

di  | 
Il contatto con la sabbia, il suono delle onde che si infrangono e il calore del sole sulla pelle sono i tre elementi che rendono ancora più efficace la pratica di questa disciplina in riva al mare. E i benefici sono almeno 12

 

Quest’anno più che mai sembra che il beachyoga sia di gran moda. Il contatto con la sabbia, il suono dell onde che si infrangono e il calore del sole sulla pelle sono i tre elementi che rendono ancora più efficace la pratica di questa disciplina in spiaggia.

beachyoga-mare

I benefici dello yoga

Vengono potenziati dal praticare questa disciplina in spiaggia. Vediamo quali sono:

 

  • Migliora la nostra circolazione cardiocircolatoria
  • Aiuta a gestire lo stress quotidiano
  • Riduce l’ansia, gli attacchi di panico e la depressione
  • Ci permette di essere più lucidi e più concentrati
  • Migliora il nostro equilibrio e la nostra forza
  • Allunga i nostri muscoli, rendendoci più flessibili
  • Attenua i dolori muscolari e articolari
  • Migliora la respirazione
  • Aiuta a gestire tutte le nostre emozioni, dalla rabbia, alla tristezza, alla gioia
  • Rende la pelle più tonica, più elastica e più giovane
  • Elimina i disturbi del sonno, come l’insonnia
  • Permette di conoscere meglio noi stessi

 

beachyoga 2

Dove praticare il beachhyoga

Per ottenere i massimi benefici da questa disciplina è fondamentale praticarla su spiagge libere e poco affollate, ancora meglio se isolate, così che non esistano elementi di distrazione e ci si possa concentrare.

beachyoga 3

Quando praticare il beachhyoga

Ovviamente al mattino presto, per dare ancora più senso al Surya Namaskara, ovvero al saluto al sole. La scelta di praticare il beachyoga all’alba, oltre ad avere un alto valore simbolico, permette di beneficiare delle prime ore di luce, utilissime anche per la concentrazione. Il saluto al sole permette di iniziare la seduta di yoga nel migliore dei modi perchè riattiva il metabolismo e ci consente di accumulare una grande dose di energia, necessaria per affrontare al meglio il resto della giornata.

beachyoga 4

Le posizioni più efficaci per beachhyoga

Affondare i piedi nella sabbia è indubbiamente piacevole ma mette a dura prova l’equilibrio. Motivo per cui, se volete sentirvi più sicure, è bene portare con sè un tappetino. Ne esistono di appositi, impermeabili e antiscivolo, ma vanno benissimo anche quelli classici che usate solitamente a casa o in palestra. Chi pratica yoga sa quanto sia fondamentale il pranayama, ovvero il controllo della respirazione, che anche nel caso del beachyoga non deve mancare. Per quanto riguarda le posizioni da fare si consigliano quella del guerriero (virabhadrasana), la posizione dell’albero (vrksasana), quella del cobra (bhujangasana) e la posizione savasana. Per ottenere un relax garantito, non dimenticate di ascoltare il vostro respiro e quello del rumore delle onde.

beachyoga

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.