Beauty 50

Vuoi sopracciglia perfette? Ora puoi averle con il microblading

di  | 
L’avanzare dell’età, la genetica, l’uso smodato delle pinzette sono fattori che possono contribuire a renderle più rade e irregolari. Ma questo trattamento, evoluzione del tatuaggio semipermanente, può risolvere in maniera definitiva il problema. Ecco come si esegue, i costi e i vantaggi

 

Le sopracciglia sono uno dei punti focali del viso: incorniciano lo sguardo e lo rendono profondo e sensuale. Avere sopracciglia folte e curate significa non solo seguire i trend del momento, ma anche avere uno sguardo sempre perfetto, anche quando si utilizza meno make-up sugli occhi. Purtroppo però le sopracciglia sono il cruccio di molte donne. Non è sempre facile tenerle in ordine, spesso si deve usare il make-up, laddove le sopracciglia siano troppo sottili o presentino dei buchetti. Avere sopracciglia irregolari è infatti più comune del contrario! L’avanzare dell’età, la genetica, l’uso smodato delle pinzette sono fattori che possono contribuire a rendere le sopracciglia più rade.

microblading 1

Insomma, se si vogliono sopracciglia curate vi si deve dedicare tempo. Non tutte però ne abbiamo, soprattutto durante le giornate frenetiche che caratterizzano la società contemporanea. La scelta giusta potrebbe essere allora quella di affidarsi al trucco semipermanente, nello specifico al microblading che è l’evoluzione del tatuaggio semipermanente alle sopracciglia, da cui si differenzia per alcuni aspetti. Scopriamoli insieme!

Cos’è il microblading

Il microblading è un trattamento di tatuaggio alle sopracciglia che si differenzia dal classico tatuaggio per le modalità di esecuzione, poiché viene utilizzato uno strumento chiamato dermografo, dotato di micro lame necessarie alla creazione di micro incisioni sulla pelle che consentono al pigmento di penetrare in modo uniforme.

microblading 2

Le micro lame utilizzate danno il nome a questo trattamento, inventato in Cina e diffusosi poi a macchia d’olio nel resto del mondo. Il microblading è sempre più richiesto, poiché consente di tatuare le sopracciglia pelo per pelo fondendo i peli ricreati con quelli naturali, dando un effetto delicato e il più naturale possibile. Questo è infatti il suo più grande vantaggio: a differenza del tatuaggio, la correzione è quasi invisibile e si fonde perfettamente con le sopracciglia, incorniciando lo sguardo senza appesantirlo.

IMicroblading 3

Il microblading, oltre a essere un trattamento dal mero fine estetico, può essere usato anche nella correzione di piccoli difetti, come alopecie, diradamenti dovuti ad errate epilazioni o all’età, caduta del pelo causata da cure mediche. Grazie a questo trattamento ogni donna potrà sentirsi in ordine e a posto, anche laddove sussistano problemi di salute.

Come viene eseguito il microblading

Il microblading viene eseguito manualmente da un professionista, che deve essere un esperto tatuatore, ma anche un esperto estetista, truccatore e visagista. Prima di procedere con il tatuaggio vero e proprio si disegnano le sopracciglia per valutare la nuance di pigmento da utilizzare e stabilire la forma più adatta ai lineamenti del proprio volto. Questo passaggio è fondamentale, perché commettere degli errori significherebbe compromettere gli equilibri del viso: perciò è importante affidarsi a dei veri professionisti che, oltre a garantire un perfetto risultato estetico, saranno in grado di garantire una perfetta igiene. Non bisogna dimenticare infatti che vengono utilizzati aghi e che dunque le precauzioni da mettere in pratica sono le stesse rispetto a un normale tatuaggio.

microblading 4

Il trattamento prevede l’utilizzo di pigmenti bioriassorbibili che vengono immessi nei primi strati di pelle e che hanno una durata di 1-2 anni. Questo tipo di pigmenti garantisce pertanto un risultato semipermanente che permetterà, attraverso le successive ribattiture, di adattare la forma e il colore delle sopracciglia ai cambiamenti che il viso subisce con il tempo.
Durante l’esecuzione non si avvertirà alcun dolore, perché il trattamento prevede l’applicazione di una crema anestetica sulla zona da trattare. Per quanto riguarda il costo, in Italia si aggira intorno ai 500 euro per la prima seduta e di circa 200 euro per il ritocco.

Microblading: i vantaggi

Il principale vantaggio del microblading, che spinge molte donne a scegliere questo trattamento, è la possibilità avere sopracciglia sempre perfette, non dovendo più truccarle ogni mattina con matite, polveri o pomate per sopracciglia. Inoltre, a differenza del trucco tradizionale, quello semipermanente non si scioglie con l’acqua o con il sudore, permettendo così di avere uno sguardo incorniciato e sensuale in tutte le situazioni: in palestra, al mare o durante le afose giornate estive. Inoltre, nonostante il costo sia elevato, si potrà sicuramente riscontrare un guadagno. Sia dal punto di vista del denaro speso in cosmetici per sopracciglia, sia dal punto di vista del tempo passato davanti allo specchio!

microblading 5

Microblading: alcuni consigli

Se state pensando di sottoporvi al trattamento del microblading, è bene tenere presente alcune precauzioni, al fine di ottenere un perfetto risultato in totale sicurezza!
Se si è in stato di gravidanza o allattamento è preferibile non sottoporsi al trattamento, in modo da evitare anche solo lontanamente di contrarre qualche infezione dannosa per il bambino: sarà sufficiente aspettare qualche mese. Allo stesso modo, è importante evitare il microblading se si soffre di patologie legale alla coagulazione del sangue. È necessario infatti che le micro ferite guariscano quanto prima, per evitare una maggiore esposizione ad eventuali batteri. In questi casi sarà comunque utile chiedere consiglio anche al proprio medico.

microblading 6

È importante sottoporsi al trattamento nei mesi invernali, o comunque quando non ci si deve esporre ai raggi solari e alla salsedine, in modo da permettere alle ferite di guarire più velocemente senza lasciare alcuna traccia.
Se si ci è recentemente sottoposte a interventi di medicina estetica come botulino o blefaroplastica, meglio decisamente attendere qualche settimana da questi interventi e consultare comunque il proprio chirurgo plastico. Una volta effettuato, il tatuaggio andrà curato come qualsiasi altro tatuaggio e gli dovranno essere dedicate particolari attenzioni. Pertanto, per i primi 10-15 giorni successivi al trattamento evitate lampade abbronzanti e luoghi umidi come palestre, saune, piscine e bagni turchi, poiché potrebbero compromettere la buona riuscita del trattamento. Facendo diminuire la durata dei pigmenti e rallentando la guarigione. Sarà inoltre importante seguire i consigli del proprio tatuatore e applicare una crema cicatrizzante adatta per tatuaggi.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.