Pensa alla salute

Abbronzatura e pelle idratata? Oggi è possibile

di  | 
Sin dai primi caldi e per tutta l’estate, è necessario arricchire la beauty routine quotidiana con qualche accorgimento in più che aiuti la barriera idrolipidica a evitare l’eccessiva evaporazione. Si parte dalla maschera esfoliante e si arriva al latte detergente. Scelti entrambi con molta cura

 

E’ inutile negarlo: anche se siamo ben protette con solari eccellenti, l’abbronzatura lascia la pelle assetata.
E allora, sin dai primi caldi e per tutta l’estate, è necessario arricchire la beauty routine quotidiana con qualche accorgimento in più che aiuti la barriera idrolipidica a evitare l’eccessiva evaporazione.

In questo modo potrai garantirti una splendida abbronzatura e mantenere  idratata la pelle.
Ecco le azioni indispensabili:

VIA LE CELLULE MORTE

Non tutte sanno che lo scrub o maschera esfoliante non ha solo la funzione di rimuovere lo strato superficiale di cellule morte e di sporcizia, ma, se arricchito con determinati principi attivi, come il tè verde matcha e il rosmarino, genera una stimolazione dei fibroblasti provocando una vera idratazione profonda.
La maschera esfoliante va sempre applicata la sera e l’abbinamento vincente  è quello di usare subito dopo un siero idratante con tecnologia microcellulare. Si tratta di sieri particolari ottenuti in laboratori ipertecnologici. Il risultato è una crema leggera come un gel, ma ricca di principi attivi superconcentrati che dissetano a lungo l’epidermide con un effetto levigante immediato.
Ultimo, ma non meno importante è il tocco finale, ossia quello di completare l’azione con delle emulsioni di acqua in olio con sostanze ricostitutive del film idrolipidico naturale come ceramidi, oli e burri vegetali.

Il SEGRETO:

Pelle secca idratata
Se hai la pelle secca, fai sicuramente più fatica a trattenere l’acqua nello strato superficiale. Questo strato deve essere protetto e non intaccato da agenti chimici aggressivi. Quindi il segreto è quello di fare attenzione al latte detergente che si usa.
Si possono usare il siero e la crema più potente che ci siano, ma se si è lavato il viso con un prodotto “detergente” come lo… sgrassatore della cucina, è evidente che non c’è crema che possa rivelarsi efficace.
Allora il consiglio è di leggere bene l’etichetta e di assicurarsi che non ci siano ingredienti che il biodizionario segnala con il pallino rosso, ma soprattutto scegliete prodotti con oli vegetali che favoriscono l’idratazione, come l’olio di sesamo o mix di piante come meliloto, jojoba e ginko biloba, che agiscono proprio per mantenere la corretta acidità del film idrolipidico.

E con questi piccoli accorgimenti la vostra pelle sarà idratata come non mai prima  d’ora.

 

Tratto da sanaebella.it

 

 

 

Salva

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.