In forma

Fit 50: prova l’Olit e imparerai a muoverti come vuole la natura

di  | 
Messa a punto dalla master instructor Silvia Pozzato in collaborazione con Andrea Ponz, è prima attività olistico-propriocettiva-posturale che segue le battute musicali e allena fisico mente senza attrezzi o sedute in palestra

 

Vi piacerebbe praticare una disciplina sportiva capace di allenare contemporaneamente il fisico e la mente senza aver bisogno di attrezzi o estenuanti sedute in palestra? La possibilità esiste e si chiama Olit, un particolare metodo di allenamento messo a punto dalla master instructor Silvia Pozzato in collaborazione con Andrea Ponz.

L’Olit è la prima attività olistico-propriocettiva-posturale che segue le battute musicali. Si tratta di un allenamento vero e proprio che alza il livello della percezione del corpo senza l’ausilio di attrezzi o macchine, ma utilizza solo il corpo e può essere praticato da tutti, senza controindicazioni legate all’età, allo stato di forma fisica.

olit2
Sul sito ufficiale Silvia Pozzato specifica che Olit  “Non è un mix di varie discipline ma una presa di coscienza del muoversi secondo natura e in armonia con se stessi. Si lavora esclusivamente con carico naturale e molto con la mente ed è il metodo ideale per aumentare la propria autostima che ha dato molti benefeci a individui che hanno combattuto con problemi di disequilibrio interiore. Olit ha il pregio di essere un percorso individuale vincente e apprezzato dentro e fuori i confini sportivi e/o prettamente accademici ed è un modo intelligente di allenare il corpo”.

Questa disciplina, modella il corpo con grandi benefici sulla forma fisica, sulla definizione muscolare, ma soprattutto sulla forza reale, sulla postura e sull’equilibrio.
Ogni lezione dura 50/60 minuti e si basa su 4 principi fondamentali:

• Il controllo del movimento;
• La fluidità di esecuzione;
• Il controllo della respirazione;
• La concentrazione massima.

olit 21
Tutti i movimenti che si eseguono durante l’allenamento sono controllati e presi in carico dalla mente, che mantiene un elevato grado di concertazione grazie al supporto di brani musicali adeguati con un ritmo di battuta ben definito che permettono di eseguire gli esercizi con la massima fluidità, lentezza e precisione, per creare armonia e imprimere la giusta forza nel movimento insieme alla giusta velocità di esecuzione. Il tutto viene coadiuvato dalla respirazione, profonda o diaframmatica, che rappresenta la condizione fondamentale per ottenere benefici sotto ogni profilo.
Perché, come afferma Silvia, “questa disciplina rappresenta il benessere della mente, dell’anima e del corpo. Quello fatto non per scaricare energia… ma per ricaricarla”.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.