STILE DI VITA

Vivere senza plastica si può: le 5 regole d’oro per signore ecofifty

di  | 
Non bisogna essere delle fanatiche ecologiste per rendersi conto di quanto la nostra vita e il nostro pianeta siano vittime dell'invasione di questo materiale non biodegradabile. Ma le contromisure partono da casa nostra

 

Non bisogna essere delle fanatiche ecologiste o la Greta della situazione per rendersi conto di quanto la nostra vita e il nostro pianeta siano vittime dell’invasione della plastica, che gli studi rivelano, entro il 2050, potrebbe superare per peso l’intero ammontare dei pesci.

plastica mare-2-3

Se ognuno di noi ha un minimo di coscienza, non può non sentirsi male quando in spiaggia o in mezzo al mare vede galleggiare ogni tipo di rifiuto, ma non basta limitarsi a esprimere la propria indignazione. Bisogna che anche noi si faccia parte di coloro che contribuiscono al non utilizzo di materiali plastici ogni volta in cui è possibile. E credetemi, ci vuole davvero poco per non essere anche noi complici della devastazione del pianeta.

plastica tartaruga

Piccoli accorgimenti, che devono diventare un’abitudine. Perchè vivere senza plastica si può. E ci fa stare decisamente meglio.
Come fare? Eccovi alcuni semplici accorgimenti che abbiamo imparato leggendo Vivere senza plastica (HarperCollins 2019, pp. 240, € 15), il libro scritto da Will McCallum, attivista e responsabile di Greenpeace Uk. Un piccolo ma utilissimo manuale che ci insegna ad amare il mondo in cui viviamo, semplicemente abituandosi a sostituire la plastica con altre cose. Ecco quali:

Meno lavatrici e sì al cotone

plastica lavatrice

Nessuno ci pensa eppure i capi sintetici sono una delle maggiori cause d’inquinamento, perchè a ogni lavaggio perdono minuscoli fili di nylon o poliestere che vanno a inquinare i nostri mari. Prediligiamo dunque l’acquisto di capi dal materiale naturale, lana o cotone, ed evitiamo tutti quegli indumenti che invece utilizzano elementi che hanno a che vedere con la plastica. Ma se proprio non possiamo farne a meno, non abusiamo dell’elettrodomestico più utilizzato. Facciamo lavaggi sempre a pieno carico e laviamo i capi sintetici a freddo o a temperature molto basse. Riduciamo il più possibile i tempi di lavaggio e la velocità della centrifuga, utilizzando sempre detersivi e ammorbidenti liquidi e non in polvere.

No ai sacchetti di plastica

plastica-borsa-tela

Io lo faccio da anni: nella borsa e nel baule della macchina tengo sempre delle borse di tela che utilizzo ogni volta che vado a fare la spesa. In questo modo ho rimpiazzato i sacchetti di plastica, che peraltro hanno anche un costo. Le borse in tela naturale sono riutilizzabili nel corso del tempo e decisamente più fashion rispetto ai sacchetti di plastica del supermercato. Il che, per noi signore, rappresenta un ulteriore vantaggio.

Viva la borraccia

plastica borracceIn commercio ne esistono di bellissime, capaci di mantenere per parecchie ore le bevande calde o fredde. In questo modo non ci sarà più bisogno di acquistare bottiglie di plastica: basterà riempire le nostre borracce e portarle con noi.
Nella maggior parte delle città esistono poi dei distributori di acqua messi a disposizione del comune. Munitevi di bottiglie di vetro che potrete riutilizzare tutte le volte che vorrete e invece di acquistare l’acqua al supermercato approvigionatevi lì: non solo risparmierete ma eliminerete una volta per tutte le bottiglie di plastica dalla vostra vita. Se abitate in luoghi in cui questi distributori non ci sono ancora, comprate l’acqua in bottiglie rigorosamente di vetro.

Sì alle cialde a patto che…

…siano compostabili! Se avete sostituito la moka tradizionale con le macchine per il caffè, sappiate che rispetto alla cara e vecchia moka, queste ultime hanno un impatto ambientale molto più elevato. Ecco dunque quanto sia fondamentale scegliere cialde compostabili. In caso non le trovaste e utilizzaste ancora quelle tradizionali, ricordatevi sempre di riportarle nel negozio in cui le avete acquistate che provvederà al corretto smaltimento.

Sì alla carta no alla plastica

no plastica si carta

Se lavare i piatti è una delle cose che detestate fare e per questo motivo utilizzate stoviglie usa e getta, continuate pure a farlo, a patto però che scegliate bicchieri, posate e piatti di carta biodegradabile. Eliminate anche le cannucce di plastica che non sono così necessarie per bere.

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.