Pensa alla salute

Ecco le 6 piante da camera che aiutano a combattere l’insonnia

di  | 
Contrariamente a quanto si è soliti pensare, può rivelarsi molto salutare tenere una gardenia o un'aloe vera in camera da letto perché esse, purificando l'ossigeno che noi respiriamo durante il sonno, lo rendono più agevole. Quindi addio notti in bianco e benvenute notti in... verde

 

L’insonnia è una brutta bestia, come può confermare chi ne soffre. E trovare un rimedio efficace è alquanto difficile. Per alleviare il problema delle notti in bianco, però, non esistono solo i farmaci, ma anche metodi naturali. Uno di quelli che funziona senza provocare alcun effetto collaterale, ma al contrario rendendo ancora più piacevole anche esteticamente l’ambiente in cui si dorme, è rappresentato dalle piante. Va precisato che è sbagliato pensare che non sia sano tenerle in camera da letto, perchè in generale si nutrono dello stesso ossigeno di cui ci nutriamo noi, con l’eccezione di alcune specie. Al contrario, alcune piante di uso comune, oltre a essere belle e ornamentali, hanno la peculiarità di purificare l’ossigeno, rivelandosi  un vero e proprio toccasana per chi deve combattere il mostro dell’insonnia.

Eccovi quelle che vi aiuteranno a scivolare tra le braccia di Morfeo. Provare non costa nulla e, se anche non riuscirete a dormire come ghiri, sicuramente trarrete dei benefici e, quanto meno, abbellirete la vostra stanza da letto.

Le 6 piante che combattono l’insonnia

Gardenia

gardeniaE’ stato scientificamente dimostrato che i suoi bellissimi e profumati fiori bianchi hanno un forte effetto calmante, addirittura paragonabile a quello di un sonnifero. Una pianta di gardenia non solo renderà la vostra stanza da letto ancora più bella, ma vi aiuterà a rilassarvi favorendo il sonno notturno.

Photos

pothosFacilissimo da tenere in vita, il pothos non ha bisogno di grandi cure e se messo vicino a una sorgente luminosa si sviluppa velocemente rendendo ancora più efficace la sua funzione rilassante. Pare infatti che la Nasa lo abbia eletto come pianta ideale per purificare gli ambienti chiusi e che un solo esemplare nella propria stanza da letto purifichi l’ambiente favorendo così il sonno notturno.

Lavanda

lavanda okTra gli innumerevoli effetti positivi di questa pianta vi è anche quello di combattere l’insonnia. Il suo profumo ha il pregio di essere benefico sia sull’ansia che sullo stress perché abbassa la frequenza cardiaca che in questo modo ci permettte di addormentarci con meno difficoltà.

Aloe vera

aloe-vera
I benefici di questa pianta sono noti e le sue proprietà vengono utilizzate in vari settori, tra questi è stato dimostrato che tenere una pianta di aloe vera nel luogo in cui si dorme, aiuta il sonno perché emettendo ossigeno nelle ore notturne e purificando l’aria dagli agenti chimici, permette al nostro fisico di godere del meritato riposo.

Clorofito

chlorophytum
Più comunemente chiamata pianta ragno o nastrino, il clorofito emette ossigeno durante la notte e questo aiuta chi soffre d’insonnia a causa di problemi respiratori. Per farla crescere non occorre avere il pollice verde, ma solo darle da bere regolarmente: in breve tempo si moltiplicherà e potrete creare nuove piante da posizionare in camera da letto.

Sansevieria

sanseveria
Questa pianta ha il potere di filtrare le tossine presenti nell’aria, rendendola pura e creando in questo modo un ambiente più salubre per il nostro riposo. Sarà per questo che viene comunemente chiamata lingua di suocera?

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.