STILE DI VITA

Se vuoi vivere meglio, concediti tutti i santi giorni un’ora sacra

di  | 
E' il momento della giornata da dedicare esclusivamente a se stesse: 60 minuti durante i quali ogni singola azione svolta è mirata al benessere personale, ascoltando le proprie esigenze e isolandosi da tutto il resto

Avete mai sentito parlare dell’ora sacra? Io non ne ero a conoscenza, ma da quando l’ho sperimentata è entrata nella mia top list dei “mai più senza” e mi aiuta a trovere armonia ed equilibrio per stare bene con me stesse e soprattutto con gli altri.

Di cosa si tratta

L’ora sacra rappresenta quel momento della giornata che ciascuno di noi dovrebbe ritagliarsi per dedicare esclusivamente a se stessa. 60 interi minuti durante i quali ogni singola azione svolta è mirata al nostro benessere personale. L’ora sacra ci permette infatti, di ascoltare le nostre esigenze e di correre ai ripari per garantire il nostro benessere. Ci aiuta a godere del presente e dei momenti che stiamo vivendo qui e ora, dando valore al tempo che abbiamo a disposizione. La scienza ha dimostrato quanto questi 60 minuti quotidiani si configurino come una terapia che ha i suoi benefici sul nostro corpo, sulla mente e anche sul rapporto con gli altri.

ora sacra 1

In cosa consiste

La psicologia comportamentale del benessere consiglia di vivere la propria golden hour il nattino presto, possibilmente prima che sorga il sole. In questo modo acquisteremo tutte le energie e il buonumore necessario per affrontare la giornata. La suddivisione dei 60 minuti, per ottenere un risultato ottimale, segue la regola del 20-20-20 ed è così strutturata:

  • 20 minuti di attività fisica
  • 20 minuti di meditazione
  • 20 minuti di lettura

In linea generale però, ognuno può scegliere quando e inche modo vivere la propria ora sacra, scegliendo il momento e le azioni da compiere. L’importante è “trovare” la propria ora e fissarla in agenda come se fosse un appuntamento al quale non si può assolutamente mancare o rimandare.

ora sacra 2

Il concetto di base è dunque quello dedicarci per un’ora al giorno alle nostre passioni o al relax, l’importante dare ascolto alle nostre esigenze, godendo del presente e dando valore al tempo che abbiamo a disposizione. Questo significa “staccare” da tutti i pensieri e gli impegni, che inevitabilmente sono fonte di ansie e di stress, e  connettersi solo con noi stesse. Il che, ovviamente significa anche “dissociarsi” da tutto il resto: quindi, durante la vostra ora sacra, spegnete il telefono e dimenticativi di internet, dei social e di whatsapp. Pensate solo a Voi!

Quali sono i benefici

Lavorare sulla propria abbondanza interiore ed esteriore non è affatto sintomo di egoismo ma al contrario, è una terapia utile a connettersi con il mondo in modo corretto. Dei suoi benefici quindi, non ne trarrete un vantaggio solo voi ma anche tutte le persone con cui sarete connessi. I benefici più significativi sono i seguenti:

  • Imparare a vivere il presente, riappropriandosi anche di quel tempo che scorre troppo velocemente durante la giornata.
  • Stare bene con se stessi e quindi migliorare di conseguenza anche le relazioni con gli altri.
  • Tornare ad ascoltare il proprio corpo, attivandolo e quindi aumentando di conseguenza la linfa vitale e l’energia che ci può servire per tutta la giornata.
  • Imparare cose nuove: per esempio attraverso la lettura di qualche libro
  • Dedicarsi alle proprie passioni o progetti.

 

 

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.