In forma

Arrivederci, palestre e piscine: dimagrisci di più camminando

Video del giorno

di  | 
Secondo un studio recente, una passeggiata ad andatura costante e veloce produce effetti sicuri sulla perdita di peso. E la primavera è la stagione ideale per mettere in pratica questa teoria. Non sulle vie dello shopping...

 

Se la palestra dopo un po’ ti annoia, in piscina ti senti un pesce fuor d’acqua e il footing non è il tuo forte ma vuoi comunque recuperare il tuo peso ideale smaltendo i chili di troppo che hai accumulato durante la stagione invernale, non ti resta che uscire di casa e… camminare.


Secondo una ricerca condotta dalla dottoressa Grace Lordan della London School of Economics un’andatura sostenuta su terreni pianeggianti, e preferibilmente non troppo inquinati, ha effetti benefici sulla perdita di peso, in particolare sulle signore 50enni che, praticando questa attività per due settimane di seguito, possono accorciare di 4,3 centimetri il proprio girovita (esercitando la stessa attività, un uomo della stessa età perderebbe circa un centimetro in meno per una questione di metabolismo).


Un risultato che secondo gli studi della Lordan risulta superiore a quello che si può ottenere in media, nello stesso arco di tempo, sudando fra i macchinari di una palestra, facendo jogging o accumulando vasche su vasche in piscina. Pare, infatti, che una donna di quell’età non abituata all’attività fisica assorba meglio uno sforzo regolare e senza strappi come quello, appunto, di una camminata veloce.
Altre indicazioni la ricerca non ne dà, limitandosi a precisare che alla fine del percorso, idealmente di un paio di chilometri, ci si dovrà ritrovare rossi in viso e con il fiato corto. Dunque, signore, indossate le vostre sneakers preferite e mettetevi in cammino… veloce. Ah, un solo consiglio: evitate le vie dello shopping perché rischiereste di far dimagrire solo il portafogli.

 

Salva

Salva

Salva

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *