ATTUALITA'

Ciao, Alessandra: un anno dopo rimani la mia amica del cuore

di  | 
La Appiano, scrittrice di successo, ammirata, elegante e raffinata, a 59 anni se ne è andata improvvisamente, sconfitta dal male di vivere. Ecco il ricordo struggente di chi ha trascorso con lei tanti momenti di gioia, crescita e condivisione

 

Alessandra Appiano se ne è andata troppo presto, esattamente un anno fa, tenendo nascosto a tutti il male di vivere che l’affliggeva. Pamela Aicardi, celebre costumista teatrale e televisiva e responsabile delle pubbliche relazioni del Teatro Menotti di Milano, è una delle più care amiche della scrittrice e ha voluto affidare al nostro magazine queste bellissime parole, per ricordare l’amica e la grande donna. Che ora ci legge da lassù.

Alessandra ha un dono particolare: è  molto bella affascinate e piace alle donne, senza nessun senso di rivalità.
Alessandra è  una persona vitale con una disponibilità sincera a 360 gradi. Ci siamo conosciute tanti anni fa quando lei “s’inventò ” il mercatino per Don Mazzi. Una conoscente comune ci mise in contatto e io le donai i costumi di scena che avevo realizzato per Centovetrine, perché sì, per Alessandra in tutte le cose ci doveva essere un briciolo di charme.
L’essere bella, colta, intelligente, con un mare di amiche e un marito intelligente che ti ama a volte non basta per tenere a bada l’inferno di questi ultimi giorni.
Sono raggelata, ho bisogno di scrivere il tuo nome e di sentirne il suono, e non posso che usare il tempo presente perché  sei e rimarrai qui.
Non elenco tutte le banalità sul tuo lavoro o l’aspetto fisico, la tua perfezione anche per passare dal calzolaio. So solo che non potrò più invitarti a teatro,  raccontarci le nostre giornate al telefono, andare al ristorante giapponese insieme, dove riuscivamo a mangiare come due camionisti senza farci venire i sensi di colpa.
Quello che vorrei si sapesse che in cima alla quel tacco 12, fasciata in un abito possibilmente firmato, viveva una donna libera con un’anima veramente “pop”, come amavi definirti e con una libertà di pensiero autentica, che è stata la tua caratteristica sempre.
Tua, Pamela.

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.