CELEBRITA'

Cucinotta e l’elogio dei 50 anni: “Viviamoli come una fortuna”

di  | 
L'attrice si dichiara orgogliosa del suo mezzo secolo e lancia un messaggio a tutte le coetanee: "Siamo le trentenni di vent'anni fa e dobbiamo considerarci privilegiate". Spiegando che a questa età niente è precluso...

 

Ha tagliato il traguardo del mezzo secolo il 27 luglio e, mai come nel suo caso, è lecito affermare “50 anni e non sentirli”. Perché Maria Grazia Cucinotta non si sente l’età o, meglio, la riconosce senza problemi, ma sa come portarla, con orgoglio e consapevolezza. Lo ha spiegato in un’intervista rilasciata a Vanity Fair nel corso della quale ha affrontato vari aspetti del suo essere, da pochi giorni, una fifty lady. E ha anche lanciato un messaggio pieno di saggezza a tutte le sue coetanee, che magari non hanno avuto le opportunità che ha avuto lei e che non possono vantare la sua splendida e invidiabile forma, ma che hanno comunque il dovere, a suo parere, di ritenersi fortunate.

cucinotta 1
“Il solo fatto di essere arrivate a questa età”, dice la Cucinotta, “dovrebbe far sentire fortunata qualsiasi donna. Già essere vive e sane è una fortuna. Ormai le donne di cinquant’anni sono come le trentenni di venti anni fa. Questo è il momento di ricominciare con più consapevolezza ed esperienza, grazie a una vita già vissuta, fatta di sbagli e di cose belle. Noi cinquantenni abbiamo una storia e abbiamo capito che dobbiamo ripartire da noi stesse. Alla nostra età impariamo a volerci più bene”.

cucinotta 4
Volersi più bene può significare molte cose. Da quelle legate al proprio aspetto fisico (“Io non esco mai di casa senza una crema, un lipstick o un burro di cacao per idratare le labbra e un velo di trucco: curarsi, mantenersi senza dover cancellare te stessa e i tuoi difetti è un modo per non annullare il proprio essere. Faccio un’unica eccezione per i capelli: li avrei bianchi!”), a quelle che riguardano l’attività professionale (terreno sul quale Maria Grazia Cucinotta anche con la sua nuova attività di film maker si ritiene pienamente realizzata), fino a quelle che entrano nella sfera più intima. Già perché a 50 anni il sesso ha ancora un ruolo importante nella vita di una donna.

cucinotta 3
“Assolutamente sì, e si dovrebbe fare il lavaggio del cervello a quelle donne che si sentono finite dal punto di vista fisico e sessuale con l’arrivo della menopausa. Il sesso a cinquant’anni cambia più per una questione psicologica, soprattutto se dall’altra parte hai gli uomini coglioni che quando arrivi a una certa età stanno appresso alle trentenni. Personalmente non farei mai cambio con una di 20 anni: oggi sono una donna non una ragazzina».
Insomma, i 50 come nuovo punto di partenza, senza il bisogno di ripensare con nostalgia al passato e senza paura per il futuro”. Se cominci ad avere paura del tempo è una guerra infinita, sprechi la tua esistenza a lottare non solo contro il passare degli anni, ma te stessa e la vita”. Questa la filosofia esistenziale della neocinquantenne Maria Grazia Cucinotta. Perché non metterla in pratica?

cucinotta 2

Image credits: Instagram

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.