STILE DI VITA

E’ provato: la donna intelligente allunga la vita al proprio partner

di  | 
Una recente ricerca presentata a Oxford ha stabilito che l'uomo con una compagna dalle spiccate doti intellettive invecchia più tardi perché stimolato da una vita a due impegnativa, ma ricca di contenuti. Peggio per tutti quei maschietti che puntano più sull'estetica che sul cervello

 

A quanto pare, il fatto che dietro a un grande uomo ci sia sempre una grande donna non è l’unico beneficio che i signori maschietti traggono dall’averci al loro fianco. Già, perché una recente ricerca scientifica presentata nel corso dell’Oxford Literary Festival ha dimostrato che scegliere una donna intelligente con cui condividere la propria esistenza, allunga la vita.
Ebbene sì, noi da sempre sostenitrici che l’intelligenza femminile faccia la differenza in una società prettamente maschilista, abbiamo finalmente la prova che se anche non ci verrà mai data la possibilità di salvare il mondo, possiamo perlomeno salvare gli uomini dalla demenza senile. E vi pare poco? Lo dice la scienza, che motiva questa importante affermazione con il fatto che condividere la propria vita con una persona in grado di stimolare l’altra a livello intellettuale, è un aiuto fondamentale e determinante perché i neuroni maschili non si atrofizzino prima del tempo.
In effetti, non ci vuole un genio per comprendere che un cervello costantemente stimolato mantenga attivo lo sviluppo cognitivo, ma il problema è farlo capire ai signori maschi, che hanno invece una certa riluttanza a comprenderlo.

Se è vero che l’avvenenza e l’aspetto fisico sono le prime cose che colpiscono, d’ora in avanti è bene che gli uomini, quando scelgono una donna, mettano al primo posto della loro lista delle priorità il quoziente intellettivo femminile. Cosa che peraltro avrebbero dovuto fare fin dal paleolitico, anche senza aver bisogno di sapere che questo tipo di scelta evita di farli rincoglionire prima del tempo.
La mente di una donna sarà anche complessa (al punto che ancora oggi si continua a definire il cervello femminile come un enigma) ma è proprio questa complessità a permetterle di avere un cervello attivo. Certo, il rapporto con una donna intelligente è complicato e impegnativo, perché bisogna fare i conti con la determinazione, l’ambizione, l’orgoglio, la testardaggine e la continua voglia di migliorarsi, ma tutto questo determina una personalità che stimola e affascina l’uomo intelligente. Sì, perché se invece l’uomo è il medioman della situazione di cui abbiamo parlato qui, allora per lui non c’è alcuna speranza: se sceglierà di avere al suo fianco una donna stupida, avrà vita breve.

Per fortuna ora è arrivata la scienza in nostro soccorso e quindi, cari signori, quando intavoliamo una discussione, o cerchiamo un dialogo e un confronto intellettuale, sappiate che non lo facciamo perché siamo delle scassapalle, ma che invece lo facciamo per il vostro e per il nostro bene, perché nessuna di noi ha voglia di ritrovarsi accanto un uomo che col passare degli anni non è più in grado di distinguere una mela da una pera. E ora che sapete che la vostra salute mentale dipende anche un po’ da noi, forse è il caso che cominciate a darci lo spazio e il riconoscimento che ci meritiamo.

 

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.