RIFLESSI DI CINEMA

Ecco “Un uomo, una donna” 5o anni dopo: preparate i fazzoletti

di  | 
"I migliori anni della nostra vita" è il sequel, mezzo secolo dopo, del più famoso film di Claude Lelouch e con gli stessi interpreti di allora: non solo Anouk Aimée e Jean-Louis Trintignant , ma anche i bambini nel frattempo diventati adulti maturi. E c'è veramente da commuoversi

 

I migliori anni della nostra vita

i-migliori-anni-della-nostra-vita_locandina

un film di
 Claude Lelouch
con Anouk Aimée, 
Jean-Louis Trintignant, Marianne Denicourt, Souad Amidou, Antoine Sire e con l’amichevole partecipazione di Monica Bellucci 

______________________________________________________________

Correva l’anno 1966 e Claude Lelouch commosse il mondo intero con la storia d’amore fra Anne e Jean-Louis, complice una colonna sonora indimenticabile. Incredibile ritrovare più di 50 anni dopo la stessa chimica fra i due protagonisti e condividere con loro empatia e tenerezza. Perché quando c’è di mezzo l’amore si hanno sempre 20 anni, anche se il calendario segna più di 80 primavere.
Anouk Aimée (non andate a cercare, ve lo dico io: ha 87 anni) è ancora una splendida signora, con occhi di fuoco, un sorriso dolce, un portamento di altera eleganza e improvvisi slanci di dolcezza. Jean Louis Trintignant (88 anni) segnato da tanta vita e tanti dolori, compresa la morte della figlia adorata, è più malconcio. E la sedia a rotelle su cui recita per tutto il film non è dovuta solo a esigenze di copione. Eppure con la sua fragilità, con gli occhi piccoli piccoli e la pelle sempre più macchiata, coinvolge per l’ironia, la bravura e lo sguardo su una vita in cui ancora trova un senso.

I-migliori-anni-della-nostra-vita-1

Il pretesto per far ritrovare i due protagonisti di Un uomo, una donna arriva dal figlio di lui che, accudendo il padre ricoverato in una casa di riposo, si accorge che il ricordo più forte dell’uomo riguarda proprio quella antica storia d’amore. Decide così di cercare Anne e convincerla a rivedere il padre.

 

La rintraccia e trova in lei tracce di un’antica emozione. Le titubanze sono poche, perché forse quando si è davvero amato, non si smette più di amare. Così Anne si mette in viaggio verso la casa di riposo e assieme a Jean Louis troverà ricordi e riaffioreranno emozioni mai sopite.

i-migliori-anni-della-nostra-vita_7

Il film emana un fascino particolare perché, a parte far ritrovare i due attori tanti anni dopo (in realtà c’era stato un dimenticabile Un uomo una donna oggi che evitiamo di ricordare, come ha fatto del resto anche il regista) il film mette in comunicazione la realtà con la finzione. Per il ruolo dei due figli dei protagonisti il regista ha cercato gli stessi bambini di allora, proponendo di interpretare i loro personaggi in età matura. Gli spezzoni, numerosi, del film capostipite, sono emozione pura e fa male rivedere la bellezza di Trintignant e Aimée nello splendore dei 30 anni.
Anne e Jean-Louis tornano persino nella stanza dell’hotel in Normandia che era stata testimone del loro amore, la camera n. 13. Come il numero dei giorni in cui è stato girato il film, in sequenza. Cinema, verità e un pizzico di magia.

i-migliori-anni-della-nostra-vita_5

Gli amori sono oggetti con uno statuto a sé e forse quelli che si ricordano di più sono proprio gli amori interrotti. I dialoghi sono tutti belli, dolci, struggenti eppure non sdolcinati. Come dice Jean Louis : “Visto che non siamo riusciti a vivere assieme, possiamo provare almeno a morire assieme” E lei non si spaventa, perché è la donna per cui vale un’altra frase: “Ti sei innamorata di me e non ho fatto nulla per farti rinsavire”. Già. Quando si ama si è sempre un po’ folli, più si è felici e più si è folli.

i-migliori-anni-della-nostra-vita_6
E se è più facile sedurre mille donne che sedurre la stessa tre volte (altra battuta rubata al film) è anche più facile girare mille film che girare lo stesso tre volte. Lelouch ci ha provato e almeno due tentativi gli sono venuti proprio bene.
Quindi, cercate la romantica che dimora in tutte voi e portatela al cinema.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.