ATTUALITA'

Francesco, mancherai anche a noi donne

di  | 
L'addio di Totti al calcio non è solo un fatto sportivo. Perché in tutti questi anni l'ex Pupone ha saputo diventare un vero uomo, uno di quelli che tutte vorremmo accanto. Grazie anche a Ilary

 

Da uno che era stato battezzato mediaticamente come “Er Pupone” non c’era molto da aspettarsi. Anzi, diciamolo onestamente, quasi nulla. Su Francesco Totti, perché di lui ovviamente stiamo parlando, nessuno di noi avrebbe mai scommesso un centesimo, per lo meno se avessimo dovuto prevedere quello che sarebbe diventato come uomo.
Dai tempi dei suoi esordi però molto è cambiato e di anni ne sono passati ben 25, per lui e per noi, come purtroppo raccontano le rughe in più che accomunano i nostri visi e il suo. Quel ragazzetto con i capelli a scodella, la riga centrale con relativo ciuffo a tendina e l’aria un po’ sbruffoncella (suvvia ammettiamolo) ora non esiste più. Totti è diventato un uomo e da oggi, come ha ammesso anche lui ieri, durante la commovente lettura della lettera di addio che lo allontanava definitivamente dal calcio giocato, “
diventa uomo e inizia a preoccuparsi del futuro e di quello che lo aspetta domani…e dopodomani, e il giorno dopo ancora. Come riempire il tempo ora che tutte le sue giornate non gireranno più intorno ad allenamenti, ritiri e partite?
Le immagini del numero 10 della Roma che si commuove in mezzo a uno stadio Olimpico gremito in ogni anfratto e completamente in lacrime (compresi i tifosi vip presenti sugli spalti, passando da Claudio Amendola a Carlo Verdone) hanno fatto il giro del mondo, toccando il cuore anche delle persone meno avvezze e sensibili non solo al mondo del calcio, ma anche alla categoria ‘calciatori’.
“Sono tutti buzzurri”, spesso si vocifera facendo di tutta l’erba un fascio, Totti però non era così, o per lo meno non più. Certo, agli inizi della sua carriera Francesco si presentava come uno sciupafemmine, uno di quelli che dovevano solo fare la fatica di schioccare le dita per uscire con questa o quella Velina, in barba ai sentimenti e al fairplay amoroso: “Mi piace e me la prendo!” sembrava volerci dire con quell’aria da campione ormai consumato dall’ebrezza della popolarità.
Questo ovviamente aveva fatto storcere e non poco il naso al pubblico femminile, che ben poco aveva apprezzato le gesta “eroiche” (o dovremmo dire erotiche?) del Pupone, per lo meno fino a quando nella sua vita non è entrata Ilary Blasi, donna ironica e simpatica che è riuscita a tirare fuori il meglio di lui, facendolo diventare via via sempre più un idolo delle masse: osannato dagli uomini e sognato (ahinoi) dalle donne.
Con il passare degli anni Totti è diventato non solo uno dei personaggi più amati del mondo dello sport, ma anche dello spettacolo: ironico, simpatico, sempre pronto a prendersi per i fondelli (vogliamo parlare del suo libro di barzellette, nel quale il primo a essere messo alla berlina era proprio lui?), a dare una mano al prossimo (le sue cospicue donazioni benefiche sono ormai leggenda) e tremendamente legato alla famiglia.
Di lui non si ricorda uno scandalo o un gossip (se non i tre che riguardavano la nascita dei suoi figli), ma solo le tante parole di ammirazione e amore che ha speso in questi anni per la sua adorata Ilary, alla quale sembra legato a doppio filo da un amore di quelli che solitamente si vedono solo nei film.
Con l’addio di ieri al calcio di Totti non perdiamo solo un grande giocatore, ma anche (e anzi soprattutto) un grande uomo che, anche poche ore fa, al centro dello Stadio Olimpico di Roma, ha dimostrato ancora una volta che essere uomini non significa solo forza bruta e muscoli d’acciaio, ma anche sensibilità e (perché no) fragilità: “
Ora ho paura, ho bisogno del vostro aiuto“, ha ammesso candidamente in lacrime spiazzando tutti quanti per la sua immensa sincerità, prima di imboccare per l’ultima volta quel tunnel che lo avrebbe portato negli spogliatoi. A presto, Francesco: ci mancherai.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.