STILE DI VITA

Le 10 ragioni scientifiche per cui lo shopping fa bene alla salute

Video del giorno

di  | 
Una ricerca universitaria ha stabilito che andare per negozi produce effetti positivi su fisico e psiche, arrivando addirittura ad allungare la vita. A condizione che non diventi un bisogno compulsivo e non riduca sul lastrico

 

Se non è compulsivo, ovvero se non si trasforma in una vera e propria ossessione, e se non compromette le finanze, ovvero se un poco alla volta non riduce sul lastrico, lo shopping, oltre che divertente e stimolante, ha effetti benefici anche sul piano psicofisico. Lo ha stabilito uno studio condotto da un pool di ricercatori australiani su 1.900 volontari di entrambi i sessi e pubblicato sulla rivista Journal of epidemiology and community health, provando per la prima volta scientificamente i benefici provocati degli acquisti e ipotizzando una vera e propria shopping-terapia.

shopping2
Ecco, punto per punto, le conclusioni e le motivazioni di questa interessante ricerca che senza dubbio piacerà soprattutto alle signore.

1) Allunga la vita

Gli scienziati hanno scoperto che tra le persone over 50 che si dedicano agli acquisti almeno 6 giorni su 7il tasso di mortalità è inferiore del 28 per cento rispetto a quelle che invece preferiscono risparmiare. La ragione è semplice: uscire e girare fra i negozi comporta un costante esercizio fisicoe aumenta il buonumore :

2) Riduce l’ansia

Acquistare oggetti e vestiti che ci piacciono costituisce, secondo gli esperti, una forma di divertimento che aiuta a combattere la solitudine e il malessere esistenziale.

3) Rende più felici

shopping a
La ricerca ha evidenziato che, invece di rappresentare esclusivamente un’attività superficiale e priva di contenuti reali, lo shopping risulta efficace nel minimizzare gli effetti della tristezza e dalla malinconia. Chi fa acquisti, secondo i dati raccolti, infatti risulta in genere tre volte più felice di chi dà semplicemente un’occhiata alle vetrine

4) Aumenta l’autostima

Questa conclusione della ricerca è stata confermata anche in Italia da un’indagine condotta su un campione di mille persone dal portale di commercio online Zalando, secondo la quale l’8 per cento delle donne ascoltate si dedica allo shopping quando si sente giù di morale, proprio perché l’acquisto determina immediati benefici dal punto di vista psicologici

5) Premia gli sforzi

Anche se può sembrare strano, facendo shopping diventa più facile porsi obiettivi a prima vista difficili da raggiungere, come seguire una dieta ferrea o imporsi stili di vita salutari. Acquistare qualcosa che si desidera e che si sognava di comprare può infatti diventare un premio che ci si può concedere quando la tabella di marcia viene rispettata.

shopping girl6) Migliora la socialità

Fare acquisti può rivelarsi anche un antidoto efficace alla solitudine perché facilita gli incontri e crea nuove occasioni di condivisione. Andare per negozi rappresenta il pretesto ideale per vedere un’amica e vivere insieme a lei qualche ora di piacere e svago, confrontandosi sulle scelte e sulle occasioni che il mercato offre.

7) E’ uno strumento di consolazione

Lo shopping può aiutare a vedere le cose in modo positivo quando tutto sembra non andare per il verso giusto, che si tratti di piccoli contrattempi quotidiani, come un bisticcio col partner, o di faccende più serie, come un malanno fisico che non richiede la permanenza a casa.

shopping-girl
8) Aiuta a dimagrire

Passeggiare per tre ore fra una vetrina e l’altra permette di bruciare 350 calorie, che possono diventare 500 se si decide di evitare ascensori e scale mobili. Ciò significa che, se con una uscita a settimana, si possono consumare in un mese circa 1400 calorie, che diventato 4000 se le uscite a settimana sono tre.

9) Combatte la pigrizia

Lo shopping è anche un nemico naturale della sedentarietà perché costringe a muoversi e spesso conduce a itinerari non programmati in base alla regola “un negozio tira l’altro” che entra in vigore quando, non trovando quello che si cercava, si punta ad altre botteghe, anche distanti, che offrono la stessa merce.

10) Insegna a risparmiare

Anche se sembra che lo shopping, anche a non esagerare, sia comunque pericoloso per le finanze perché raramente si torna a casa senza almeno un sacchetto o un pacchetto, in realtà esso abitua all’idea di confrontare i prezzi e di studiare il rapporto tra qualità e costo di un prodotto, che poi si può applicare anche alla spesa quotidiana per il vitto.

shopping 3
Detto tutto questo, gentili signore, al bando i complessi di colpa e sotto con lo shopping, la più divertente delle terapie

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *