STILE DI VITA

Non sei più sicura di amarlo? Fai una verifica con la… prova del 7

di  | 
Può succedere che una storia si spenga senza che i due protagonisti se ne rendano conto e stiano ancora insieme senza in realtà provare più alcuna emozione nel farlo. Ecco perché certi segnali vanno colti al volo

 

Succede a volte che un matrimonio o una relazione sentimentale si spengano senza che i due protagonisti quasi neanche se ne rendano conto. Capiscono che che la scintilla che ha fatto scoppiare la passione all’inizio o quel senso di complicità che ha tenuto unita la coppia sono quasi scomparsi, ma loro non vogliono arrendersi all’evidenza. Eppure in genere intervengono sempre segnali che indicano chiaramente che la relazione è finita. Ma si ignorano, anche se cercare di mantenere in piedi una storia quando non si è più felici è molto complicato. E se non si presta attenzione, si rischia di soffrire moltissimo, vivendo di illusioni e con la speranza che qualcosa possa cambiare. Quando tutto cambia, nel momento in cui non si vivono più le stesse situazioni come prima, significa che qualcosa si è irrimediabilmente rotto. Conoscere e saper individuare i segnali che indicano che la relazione è finita è molto importante, per poter prendere delle decisioni sicuramente complicate ma che influenzeranno il  futuro.
I segnali da cogliere per capire che la storia è arrivata al capolinea sono essenzialmente sette

 

 1.  Perdere la connessione fisica o emotiva

Non riuscire a connettere con il partner come prima e accorgersi della mancanza anche delle più basilari dimostrazioni di affetto è la prima spia d’allarme. Così come rendersi conto di non provare più lo stesso desiderio fisico nei confronti della persona che un tempo era oggetto di un amore incondizionato. La mancanza di connessione fisica ed emotiva, anche nei momenti di intimità, dimostra che la coppia non è più felice e che è dunque arrivato il momento di voltare pagina.

2.  Fare continui confronti con il passato

Per la maggior parte delle coppie, il periodo migliore della relazione coincide con gli inizi. Durante le prime settimane e i primi mesi, infatti, la fiamma della passione brilla con maggiore forza, favorita dalla voglia di conquista e dal desiderio di conoscere e compiacere l’altro. Pensare che ciò possa durare in eterno significa ingannare se stessi. Dopo qualche tempo, infatti, è normale che le relazioni di coppia entrino in una specie di “zona di comfort”L’unica via d’uscita, in queste situazioni, è avere la capacità di riconoscere il problema e ravvivare la passione  introducendo dei cambiamenti e delle novità che contribuiranno a rompere la monotonia quotidiana. Fare paragoni su com’era un tempo il  partner e pensare che tutto possa tornare come all’inizio non è solo una pia illusione,  ma anche e soprattutto un segnale che la relazione sta volgendo al termine.

3. Volere che il partner cambi

Poter pensare che una persona adulta possa cambiare, per adattarsi alle  aspettative altrui , è un grave errore. E nella vita di coppia, è un atteggiamento che può notevolmente logorare la relazione. Se ci si è innamorati di lui per com’era, che senso ha pensare di cambiarlo? Ma se nel frattempo ci si è resi conto di non sopportare quasi più nulla del suo modo di fare e se si sogna di avere accanto qualcuno con un carattere, una personalità e gusti diversi, significa che la relazione è finita.

relazione fine coppia crisi

4. Non avere più voglia né necessità di comunicare 

Perdere il desiderio e la sicurezza di parlare con il proprio partner è uno dei primi segnali di fallimento della coppia. La comunicazione è una delle chiavi per garantire una relazione sana e felice. La mancanza di comunicazione  produce, inevitabilmente, tutta una serie di problemi nella relazione. Se non ci sente più a proprio agio nel condividere preoccupazioni e ansie e se si ritiene che si tratti di un percorso noioso e inutile, significa che il rapporto si è esaurito.

5. Provare fastidio rispetto al partner

Se non importa quello che il partner dice o fa, perché qualunque cosa dica o faccia si prova costantemente un senso di rabbia e non lo si riesce a sopportare, significa che si è spenta quella magica intesa che all’inizio e poi durante il periodo felice della storia, annullava ogni barriera lessicale o comportamentale.

relazione-fine-crisi-di-coppia

6. Fuggire dalla quotidianità

Uno dei segnali che la relazione è finita sta nella perdita di interesse alla vita in comune. Piuttosto che stare insieme al partner come un tempo, e condividere ogni momento libero, si preferisce svolgere altre attività, come frequentare gli amici, guardare la televisione o anche starsene semplicemente da soli. Questo significa che non si è più felici di stare insieme alla persona con la quale si è condiviso un tratto di strada.

 7.  Non fare nulla per migliorare la relazione

Quando ci si accorge che la relazione non progredisce e tutto indica una certa mancanza di felicità, ci sono solo due alternative: chiudere questo capitolo della vita o combattere strenuamente per salvarlo. La seconda opzione richiede un grande sacrificio e ha come obiettivo recuperare tutto ciò di cui si è parlato finora. Ma non tutti sentono la necessità o nutrono il desiderio di lottare per riaccendere la fiamma, ormai spenta. E, se manca un atteggiamento positivo, la voglia di ricominciare e di collaborare fattivamente per mettere assieme i pezzi rotti del rapporto, è inutile perdere ulteriore tempo. La vita può continuare in un’altra direzione.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.