Mostre in vista

Per la prima volta possiamo andare… dentro Caravaggio

di  | 
Si apre oggi nelle sale di Palazzo Reale, l'eccezionale mostra dedicata al grande maestro dalla città di Milano. Con 20 capolavori provenienti da musei di tutto il mondo e una sofisticata indagine diagnostica che ne svela in maniera sorprendente particolari invisibili a occhio nudo

Previous Image
Next Image

info heading

info content


Finalmente il gran giorno è arrivato e quello che si preannuncia come il più grande evento culturale dell’anno diventa realtà: da oggi è infatti possibile visitare a Palazzo Reale di Milano la mostra Dentro Caravaggio, le cui prevendite sono cominciate già a giugno.
A distanza di 65 anni dalla mostra che celebrava il genio del Maestro della luce, Palazzo Reale gli dedica una nuova grande esposizione, che si inaugura proprio il giorno della sua nascita, appunto il 29 settembre. Un compleanno importante per l’artista, nato a Milano nel 1571, che con questa retrospettiva viene mostrato al pubblico attraverso l’intimità della sua arte. L’eccezionalità dell’esposizione infatti, non sta solo nel poter vedere per la prima volta esposti tutti insieme ben 20 capolavori del Maestro provenienti dai maggiori musei italiani e stranieri, ma nell’affiancare alle tele le rispettive immagini radiografiche che consentono al pubblico di scoprire, attraverso un utilizzo innovativo degli apparati multimediali, il percorso dell’artista: dal suo pensiero iniziale fino alla realizzazione definitiva dell’opera. Da qui il titolo Dentro Caravaggio, perché la mostra racconta, da una prospettiva nuova e inesplorata, gli anni della straordinaria produzione artistica di colui che André Berne-Joffroy definì l’inventore della pittura moderna.

Caravaggio- mostra- milano-dentro Caravaggio

San Giovanni Battista, 1603

Due importanti nuove chiavi di lettura ci permettoni di scoprire che cosa si cela dietro le opere e la vita di Caravaggio: le indagini diagnostiche e le nuove ricerche documentarie. Le prime, in analogia alle indagini mediche, mettono in evidenza tutte quelle informazioni non desumibili a occhio nudo portando così alla luce alcuni tratti essenziali della tecnica del Maestro. Grazie a queste indagini, viene così sfatata la diceria secondo la quale Caravaggio non realizzasse alcun disegno preparatorio, che invece, risulta presente nelle sue opere giovanili. Così come sono emerse le incisioni che praticava direttamente sulla tela già dipinta e che gli servivano come traccia. Allo stesso modo, questo tipo di indagine fa emergere ciò che in alcune tele non è più presente. E’ il caso di San Giovanni Battista, che rivolge lo sguardo verso un soggetto che non appare nella tela ma che in origine era rappresentato dalla figura iconografica dell’agnello, poi eliminato da Caravaggio.

Caravaggio- mostra- milano-dentro Caravaggio

San Girolamo penitente, 1605-1606

Le nuove ricerche documentarie invece, hanno portato a una rivisitazione della cronologia delle opere giovanili del periodo romano dell’artista, testimoniate dall’esposizione nella mostra di alcuni documenti provenienti dall’archivio di Stato di Roma e di Siena relativi alla sua vicenda umana e artistica.

Caravaggio- mostra- milano-dentro Caravaggio

La Buona Ventura, 1597

A giudicare dalle 80.000 prenotazioni arrivate fino a oggi (che hanno portato il Comune del capoluogo lombardo ad ampliare l’orario di visita nelle fasce serali) l’affluenza di pubblico si preannuncia senza precedenti ed è comprensibile, perchè questa importante mostra è davvero un’esperienza emozionante, che consigliamo a tutti, per poter apprezzare uno dei massimi geni dell’arte, non solo attraverso il drammatico rapporto tra la luce e l’ombra dei primi piani dei suoi personaggi ispirati da gente comune, ma anche attraverso tutto quello che sta dietro ogni sua opera, in un percorso volto a scoprire la sua ineguagliabile creatività attraverso la ricerca della verità. La stessa che Caravaggio ha cercato in tutta la sua esperienza artistica.

 

 

DENTRO CARAVAGGIO
Palazzo Reale- Milano
dal 29 settembre 2017 al 28 gennaio 2018
Biglietti:
Intero: € 13,00 (prev. € 2,00) – Ridotto: € 11,00 (prev. € 2,00)

 

 

 

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.