Beauty 50

Per non perdere la tintarella del weekend segui i miei consigli

di  | 
Basta usare una terra abbronzante, che permette al volto di avere una pelle ambrata in ogni stagione. Ma, suggerisce Diego Della Palma, bisogna scegliere quella giusta e applicarla correttamente

 

E’ risaputo che un viso abbronzato dona un aspetto più sano e salutare, ma come fare se non si ha la possibilità di esporsi al sole? Un rimedio esiste, ma bisogna saperlo utilizzare. Si tratta della terra abbronzante, che permette al nostro volto di avere una pelle ambrata in ogni stagione. Ma come per tutti i prodotti di make up, bisogna saper scegliere quella giusta e applicarla nel modo più corretto, seguendo alcuni suggerimenti che il maestro del make up, Diego Dalla Palma, ci indica attraverso il suo blog personale diegoperte.it.
Eccovi dunque i suoi preziosi consigli, che noi abbiamo già fatto nostri!

terra abbronzante 2 

COME SI SCEGLIE la TERRA ABBRONZANTE

terra abbronzante 22 Esistono terre abbronzanti in polvere libera e terre abbronzanti compatte. La loro formulazione è analoga e deve garantire requisiti come la finezza delle sostanze, la leggerezza, l’adesività, una buona tenuta, una discreta quantità di sostanze madreperlate e una misurata profumazione.
La versione più usata e gradita è la polvere compatta. Ha le stesse caratteristiche della cipria (si presenta infatti come una cipria compatta), ma è molto più colorata e contiene in genere microscopiche particelle dorate che danno al prodotto un notevole effetto luminoso. La qualità del prodotto si valuta in base alla miscela legante e alla pressatura.
La versione in polvere libera è quella “storica”, detta terra indiana, venduta in piccoli vasetti di coccio. Rispetto alla terra compatta, quella in polvere è più difficile da dosare e quindi da applicare. Va scelta in base al tono epidermico e all’effetto che si vuole ottenere.
Evitate quegli effetti antiestetici dovuti all’eccessiva tonalità aranciata, rossiccia, o troppo scura, tipica di alcuni prodotti: anche da lontano si noterà un trucco particolarmente grossolano e innaturale. Meglio evitare anche prodotti troppo perlati o metallizzati.
Se desiderate ottenere un effetto scolpente oltre che abbronzante, optate per una terra opaca, facendo sempre attenzione a non scegliere un tono troppo caldo.
Per un effetto “bonne mine”, sono in commercio anche tante terre mescolate a blush, tutto in un unico prodotto.

COME SI APPLICA LA TERRA ABBRONZANTE

terra abbronzante1
Per applicare sia la terra compatta, sia quella in polvere libera è necessario l’utilizzo di un grosso pennello in setole, che può essere tondeggiante, piatto o angolato. Quello tondeggiante distribuisce la terra in modo più uniforme e rende più facile sfumare il prodotto, mentre quello angolato è ottimo per scaldare le guance e la mandibola, poiché la sua forma accarezza perfettamente queste zone del viso.
Prima di procedere all’utilizzo di una terra abbronzante è bene non eccedere con l’uso di cosmetici idratanti particolarmente oleosi o grassi: risulterebbe infatti assai difficile poter stendere la polvere in modo uniforme e omogeno e la vostra abbronzatura non risulterebbe naturale.
Tamponate quindi il viso con un velo di cipria trasparente, per assorbire l’oleosità naturale della pelle o quella della crema e fissare il trucco: in tal modo si eviteranno macchie e si permetterà al pennello e alla terra di scorrere più facilmente, per un effetto abbronzatura perfetto.
Con un largo pennello (da passare prima sulla terra e poi da scuotere in aria per eliminare l’eccesso di prodotto), effettuate sulla pelle dei movimenti rotatori e regolari, per consentire al prodotto di distribuirsi in modo uniforme sulle zone interessate.
Molto importante è la tecnica di applicazione: la quantità deve essere controllata e limitata e la pressione applicata sul viso deve essere leggera, in modo da evitare accumuli di colore.
E’ bene passare il pennello su viso, collo e décolleté e sfumare perfettamente le zone di stacco.
Spesso, dovendo tenere gli occhi chiusi mentre si applica la terra abbronzante, la parte sottostante l’occhio non viene colorata. L’espediente da adottare, in questo caso, è quello di colorare la zona in questione con l’aiuto di un pennello a lingua di gatto, passato precedentemente in modo leggero sulla terra abbronzante.
Infine, per ottenere un effetto naturale e vellutato è bene nebulizzare sul viso, una volta applicata la terra, dell’acqua termale o uno spray fissante.

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.