CELEBRITA'

Così Monaco conserva ancora l’ineguagliabile fascino di Grace

di  | 
A 36 anni dalla sua tragica scomparsa la principessa è ancora un'icona non soltanto nel Principato, ma anche nel mondo intero. Ecco l'affascinante storia di una ragazza venuta dall'America a conquistare uno degli Stati più piccoli del pianeta e capace di renderlo uno dei più conosciuti e amati

 

Grace nasce a Filadelfia, in Pennsylvania, da John Brendan Kelly Senior (1889-1960) e da Margaret Katherine Majer (1899-1990). Suo padre, di origine irlandese, è l’incarnazione del mito americano: bello, carismatico, dedito al canottaggio, vince ben tre medaglie d’oro alle Olimpiadi, si afferma presto come imprenditore di successo nella produzione di pomodoro e diventa milionario. La madre di Grace viene invece da Schloss Helmsdorf in Germania, si era trasferita in America in giovane età insieme alla sua famiglia. È una donna bella, atletica, energica e piena di determinazione. Inizia a lavorare posando per molte copertine, diventa poi la prima insegnante di educazione fisica alla University of Pennsylvania. La giovane Grace inizialmente è un’adolescente po’ impacciata: la madre racconta che intorno ai 16 anni era una ragazza leggermente sovrappeso, con una vocina stridula e il viso nascosto da un grosso paio di occhiali.

Grace_Kelly_Promotional_Photograph_Rear_Window

 Photo  by Dr. Macro (Author)Public Domain

Presto, però, si appassiona di danza, prende lezioni di ballo e sogna di diventare una ballerina. Tuttavia, si iscrive alla American Academy of Dramatic Arts di New York per intraprendere la carriera di attrice, nonostante la contrarietà della famiglia. Lavora come indossatrice, posa per la pubblicità: presta il suo volto alle macchine da scrivere Remington, per le sigarette Old Gold, per un sapone e persino per un insetticida.

Grace-Kelly-Mezzogiorno-di-fuoco-1952
A 22 anni arriva il grande esordio cinematografico nel film La 14ª ora, nel 1952 recita poi al fianco di Gary Cooper al western Mezzogiorno di fuoco. L’anno successivo è impegnata con Mogambo, film che vede il suo personaggio coinvolto in un appassionato triangolo amoroso, tra gli attori protagonisti Clark Gable e Ava Gardner. Arriva la prima candidatura all’Oscar, ma per la consacrazione ufficiale bisogna aspettare ancora un po’. È nel 1954 che Alfred Hitchcock la porta sul set de Il delitto perfetto e diventa così una delle attrici più iconiche del cinema di sempre. “È ghiaccio bollente” o “un vulcano dalla cima innevata”  dice di lei il regista, che la dirigerà anche ne La finestra sul cortile e Caccia al ladro. Hitchcock adorava la sua musa:  “Grace era molto più sexy della maggior parte delle sex bombs. Con lei stava a te scoprire il suo sex appeal. Tanti sono gli uomini che restano incantati dalla sua bellezza straordinaria e dalla sua classe innata: Bing Crosby, Burt Lancaster, Clark Gable, Gary Cooper, William Holden e lo stilista Oleg Cassini. Durante le riprese di Caccia al ladro, girato nel Principato di Monaco, Grace conosce il suo futuro marito. Nel film Il cigno  interpreta una principessa e lo diventa a tutti gli effetti il 18 aprile del 1956. Suo marito infatti è il Principe Ranieri III di Monaco.
Le immagini del matrimonio di Grace Kelly e del Principe Ranieri fanno il giro del mondo, la celebrazione viene trasmessa in eurovisione, è la prima volta che questo accade. Lei indossa un abito confezionato dalla costumista di Hollywood Helen Rose: oltre 300 metri di pizzo, 98 metri di tulle, 25 metri di seta e altrettanti di taffetà.

grace
Grace impara il francese e l’etichetta della vita di corte, entrando in poco tempo nel cuore di tutti gli abitanti di Montecarlo. Lo stesso Ranieri le riconosce grandissima abilità politica, e la figura di Grace è così importante dal punto di vista politico che il marito la definisce “il mio ministro degli Esteri”. L’immagine di Grace viene legata profondamente alla città di Montecarlo. La città monegasca conserva ancora oggi un ricordo vivissimo della principessa: è possibile ammirare un roseto a lei dedicato, o soggiornare all’Hotel de Paris in una delle suite più belle del mondo che prende proprio il suo nome, spendendo qualcosa come 40.000 euro a notte. D’altronde si sa, Montecarlo è la capitale dell’eleganza, del lusso e della bella vita. Leggendario il suo casinò liberty della Société des Bains de Mer. Tanti gli eventi ospitati dal casinò, uno su tutti l’EPT Montecarlo, torneo di poker internazionale, che ogni anno vanta numeri straordinari. Il casinò si trova in una posizione privilegiata lungo il percorso del Gran Premio di Monaco, offrendo una vista panoramica su uno dei circuiti più celebri della storia della Formula Uno. Tante le celebrità che scelgono Montecarlo come meta delle loro vacanze. Se la Costa Azzurra è diventata uno dei luoghi più amati dal jet-set internazionale il merito va senza dubbio anche alla Principessa Grace.

Grace-KellyLa sua tragica morte in un incidente automobilistico nel 1982 ha rattristato il mondo intero, ma il suo mito è ancora vivissimo. Grace è un’icona senza tempo. È dalle sue fattezze che le sorelle Giussani presero ispirazione per disegnare la bella Eva Kant. Hermès ha ribattezzato con il suo nome una delle borse più amate della casa di moda. È citata in Vogue, il grande successo di Madonna, e Mika le ha dedicato un pezzo. Luchino Visconti ha ammesso che avrebbe desiderato moltissimo vederla in uno dei suoi film, purtroppo però una volta diventata principessa, Grace Kelly si era ritirata definitivamente dai set cinematografici. Il regista del Gattopardo si consolava dicendo: “Che bisogno c’è di conoscere Grace Kelly? I capolavori si contemplano“.

grace-kelly-394485_960_720

 Photo  by Skeeze (Author), CC0 Creative Commons

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.