CELEBRITA'

Le cinquantenni di Pechino Express parlano con gli angeli

di  | 
Nell'adventure game di RaiDue, Jill Cooper e Antonella Elia formano la squadra delle Caporali e, secondo la regina americana del fitness, vengono aiutate lungo il cammino da presenze misteriose che offrono loro preziosi passaggi. Una visione mistica della vita applicata al reality...

jill cooper fitness
Jill Cooper, la regina del fitness per antonomasia, è una delle protagoniste indiscusse dell’edizione 2017 di Pechino Express, fortunato programma tv che tanti telespettatori tiene incollati al divano il mercoledì sera. Per lei è stato una specie di cammino di Santiago, un viaggio interiore, in questo adventure game in cui devi risolvere problemi, far leva sulla tua forza, combattere contro la stanchezza e le tue debolezze. Jill, donna di fede, non ha rinunciato a portare con sé la sua Bibbia, e sostiene che la sua partecipazione al programma ha origine divina.

Antonella-Elia-e-Jill-Cooper-
Da tempo voleva vivere un’esperienza profonda, un viaggio interiore alla scoperta di se stessa e questa opportunità è finalmente arrivata, con tanto di esperienze mistiche e casualità non casuali. «Ho trovato segnali dappertutto», racconta: «Ci è capitato di essere in mezzo al nulla e di colpo qualcuno si è presentato offrendoci un passaggio: era un angelo ne sono sicura. Ad ogni modo io la vedo così, per carità… Poi ognuno è libero di vederla come vuole. D’altra parte nessuno di noi sa davvero come funzioni la parte più mistica della vita». Jill fa coppia con Antonella Elia e tra le due è nata una forte amicizia. Stessi valori, salutiste, non fumano, non bevono, e poi sono coetanee, entrambe cinquantenni. Insomma, due guerriere doc, a cui il nomignolo di caporali non ha dato per nulla fastidio. Ora che il programma ha terminato le registrazioni, le due continuano a vedersi e, quando possono, seguono insieme le puntate.

 

Salva

Salva

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.