ATTUALITA'

Parte Cannes con Monica e Claudia protagoniste

di  | 
La Bellucci è stata scelta come madrina della rassegna cinematografica francese, mentre la Cardinale è rappresentata, nel suo splendore giovanile, sul manifesto ufficiale. Un bel tocco d'Italia che ci consola di un'assenza importante, quella di film in concorso

 

Sono due splendide donne italiane le icone del Festival di Cannes 2017 che celebra i suoi primi 70 anni. La prestigiosa rassegna cinematografica della Costa Azzurra ha infatti deciso di puntare su una coppia di dive di casa nostra, una di oggi e l’altra di ieri (ma ancora splendida) per valorizzare la propria immagine e celebrare il culto per la bellezza.
La prima è Monica Bellucci, invitata dal direttore della manifestazione, Thierry Fremaux, a fare da madrina, lei particolarmente amata dal pubblico transalpino (a prescindere dalla sua unione con Vincent Cassel, padre delle sue figlie, che l’ha resa un po’ francese) e ormai presenza abituale sul red carpet del Palais.


Claudia Cardinale
è stata scelta, invece, in occasione dell’importante compleanno della rassegna della Croisette, quale esempio vivente della continuità con la storia gloriosa del Festival e del cinema stesso, spesso qui rappresentato dalle dive più amate: è lei, ritratta giovanissima mentre balla, la protagonista del manifesto ufficiale. E anche nel suo caso si può dire che si tratta di una beniamina del pubblico francese, amata anche quando veniva messa a confronto negli Anni ’60 con la diva per eccellenza dei francesi, Brigitte Bardot e quando CC contro BB era uno dei leit motiv del divismo degli anni d’oro.
Ma tornando alla rassegna di quest’anno, ricordando che della giura internazionale presieduta dal grande Pedro Almòdovar (che a noi piace tanto), farà parte anche Paolo Sorrentino, l’Italia, assente inspiegabilmente dal concorso principale, quello che assegna la prestigiosa Palma d’Oro, sarà rappresentata però nella sezione Un certain regard daFortunata” (un film molto femminile perché è la storia di una parrucchiera) diretto da Sergio Castellitto, scritto da sua moglie Margaret Mazzantini e interpretato da Jasmine Trinca, Stefano Accorsi, Alessandro Borghi e Stefano Pesce, con la presenza di Hanna Schygulla. La giuria di questa sezione è guidata da Uma Thurman, un’altra diva alla quale la rassegna ha portato fortuna dai tempi di Pulp Fiction e che vedremo certamente sfilare sul red carpet.

Il Presidente della giuria, Pedro Almòdovar

Perché, pur senza togliere nulla alla qualità artistica della rassegna, Il Festival di Cannes è anche il festival anche del glamour, capace di catalizzare l’attenzione dei media come poche altre manifestazioni sanno fare, creando l’occasione per ammirare da vicino, verrebbe da dire “a tu per tu”, le icone del cinema internazionale e per commentare i loro look. Per il settantesimo anno la Croisette si illuminerà ancora una volta di paillettes, luci e abiti da sera indossati dalle icone del cinema internazionale e a testimoniare che quello di quest’anno è più che mai il Festival delle donne è stata confermata anche la presenza di Nicole Kidman, protagonista del film diretto da Sofia Coppola, ebbene sì, un’altra donna! E, da qui al 28 maggio, giorno della proclamazione dei vincitori della Palma d’oro, se ne vedranno veramente delle belle. In tutti i sensi.

 

Per tutte le info e per seguire in diretta il Festival: http://www.festival-cannes.com/fr/

 

Salva

Salva

Salva

Salva

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.