CURIOSITA' DAL MONDO

Se Mark Zuckenberg e Bill Gates fossero state due donne…

di  | 
La rivista economica Forbes si è divertita a immaginare quali sarebbero stati i guadagni del papà di Facebook e del re di Microsoft in versione femminile. E - ma non è una sorpresa, vista la sperequazione tra i sessi nel mondo del lavoro - ha scoperto che sarebbero entrambe molto più povere

 

La rivista economica Forbes è una delle più autorevoli al mondo in fatto di economia e finanza. Ha pubblicato recentemente una campagna pubblicitaria a favore della parità tra i sessi, Equal Pay Billionaires, mostrando come le donne guadagnino meno dei maschi, anche ad alti livelli.
Negli States come in Europa (e l’Italia non fa eccezione), il gentil sesso percepisce mediamente l’80% del salario maschile. Oltre che simpatica, la campagna è molto efficace e diretta: ha trasformato i miliardari più potenti al mondo, Bill Gates, papà di Microsoft, Mark Zuckerberg, re indiscusso di Facebook, e Carlos Slim, magnate delle telecomunicazioni in America latina, nel loro corrispettivo femminile.
Per rendere il quadro davvero realistico, oltre a cambiare loro sesso e connotati, ne ha ridotto il patrimonio in base alle stime di quanto le donne guadagnino in meno rispetto agli uomini nelle medesime realtà sociali e professionali. Se Bill Gates, al primo posto come “miliardario dell’anno” nella classifica 2017 di Forbes, fosse nata “Billie”, avrebbe guadagnato il 21% in meno e sarebbe scesa dal primo al quarto posto. Se Mark Zuckerberg si chiamasse Marcia, sarebbe una sorridente e lentigginosa trentenne dai capelli rossi, solo undicesima nella hall of fame.
Ma una domanda sorge spontanea: se fossero nate donne, a parte guadagnare di meno, sarebbero arrivate dove sono arrivati i loro alter ego maschili?

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.