ATTUALITA'

Vi racconto la mia emozione da Tiffany

di  | 
Il noto brand americano di gioielli ha aperto il nuovo store milanese, in Piazza del Duomo, con una performance che ha lasciato a bocca aperta. Ecco il racconto di chi c'era e per un'ora si è sentita... Audrey Hepburn

 

“Tiffany… È una meraviglia, vero? Capisci cosa intendo quando dico che niente di brutto può accaderti qui? E non è per i gioielli, che a me non piacciono, tranne i brillanti s’intende…”, questo diceva la Holly Golightly interpretata da Audrey Hepburn in quel Colazione da Tiffany che per tutte noi “signore” è uno dei film cult per eccellenza e che ha contribuito a dare fama e notorietà al marchio nato a New York nel 1837 . Ed è proprio entrando nel negozio sulla Fifth Avenue che la Hepburn portava tutte noi nel paradiso azzurro dei gioielli.

colazione da tiffany
Da vera fanatica sia del film che dei gioielli di Tiffany, non potevo perdermi l’inaugurazione del più grande negozio europeo che l’11 luglio ha aperto a Milano le porte al pubblico. E di pubblico ce n’era davvero tanto in Piazza del Duomo, perché l’inaugurazione è stata un evento indimenticabile, ricco di emozione.

Tiffany_Duomo_Milano
Per festeggiare l’apertura del nuovo punto vendita situato sotto i portici che costeggiano la cattedrale milanese, Tiffany& Co. ha fatto davvero le cose in grande: il pubblico estasiato ha assistito dapprima a un’esibizione di tre cantanti che dal vivo hanno eseguito Con te partirò a cui è seguita la danza in aria di Erica Lemai sulle note dell’Ave Maria, che affrancata a dei palloncini del celebre colore che identifica il brand americano, ha sorvolato Piazza del Duomo per atterrare, accompagnata dagli applausi degli astanti, davanti al negozio e consegnare le forbici per il taglio del nastro.


In un religioso silenzio abbiamo assistito a questa performance, che nonostante il caldo ha davvero fatto venire i brividi a tutti i presenti. Poi è stata la volta Moonriver sulla cui melodia è stato tagliato il nastro che ci ha permesso di entrare a scoprire i 1000 mq che compongono la straordinaria Tiffany House di Piazza del Duomo. Un’atmosfera da sogno, con i commessi immobili dietro i loro banchi, che proprio come nel film, ci hanno accolto in quello che non è un semplice store, ma un vero e proprio angolo di paradiso.


Sì, perché oltre alla luce dei brillanti e allo sbarluccichio dei gioielli, il terzo negozio del capoluogo lombardo (gli altri due sono uno in Via della Spiga e l’altro all’interno di Excelsior in Galleria del Corso) è anche una galleria d’arte che ospita le opere che otto artisti hanno realizzato appositamente per il nuovo spazio. Gli interni sono l’esatta replica dello store di New York, con dettagli di design arricchiti da pavimenti e tavoli in marmo di Carrara, da finiture in ottone e dagli arredi realizzati appositamente per lo spazio dalle aziende italiane Molteni, Giorgetti e Minotti.


Entrate e fatevi travolgere dalla bellezza: nelle vetrine sono esposti i gioielli di collezioni iconiche in oro e argento fino all’alta gioielleria e se invece dei brillanti preferite gli orologi, troverete quello che fa al caso vostro nel salone interamente dedicato a queste collezioni. Al primo piano troverete anche un esclusivo lounge bar e una private dining room mentre al piano terreno rimarrete estasiati dal salottino dedicato alla meravigliosa Holly Golightly: la foto della Hepburn è lì ad accogliervi e in un attimo vi sentirete come dentro al film

 

 

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.