Look 50

Ecco le regole d’oro per evitare cadute di stile nel vostro outfit

di  | 
Una signora non deve mai correre il rischio di apparire fuori luogo per il look che ha scelto o di indurre qualcuno a pensare "ma come si veste?". Perciò deve seguire poche ma essenziali indicazioni, dall'abito ai bijoux

 

Quante volte vi è capitato di dirvi: “Oddio, non so cosa mettermi!”? Oppure di essere invitate a una serata e di sentirvi a disagio per aver sbagliato il look? O ancora, di essere in un contesto sociale in cui vi sentite osservata perchè il vostro outfit è fuori luogo? E’ capitato a tutti, e ogni volta ci siamo arrabbiate con noi stesse per aver commesso inconsapevolmente un errore di stile.
Ecco alcune regole da rispettare per evitare imbarazzanti cadute di stile. Basta ricordarsene e non incapperemo più in situazioni da “ma come ti vesti?!”.

Scegli la taglia e la proporzione giusta giusta

La prima, importantissima regola da seguire è quella di scegliere il capo da indossare della propria taglia. Una misura troppo grande crea l’effetto sacco, una troppo piccola l’effetto cotechino. Se indossate un abito con i bottoni “che tirano” o con la zip che si apre in continuazione perchè è troppo stretta, inevitabilmente vi sentirete a disagio. Così come il pantalone elasticizzato super stretto che oltre a non farvi respirare mette in risalto tutte le rotondità che volete nascondere. Scegliete piuttosto un pantalone dal tessuto più strutturato con la gamba dritta e le vostre gambe risulteranno immediatamente più slanciate. Lo stesso discorso vale per le proporzioni: se siete di bassa statura, una maxi gonna, lunga e larga, o un abito ampio e abbondante, vi farà apparire goffa e trasandata. Mentre se siete altissime e scegliete una micro gonna, oltre che far apparire sporporzionato il busto rispetto alle gambe, non lamentatevi se per tutta la sera vi guarderanno solo quelle.

cadute di stile 2

L’intimo deve rimanere intimo

Ovvero, non esibitelo come se si trattasse di un capo di abbigliamento. La biancheria intima è fatta per stare sotto i vestiti e diventa un indumento solo in camera da letto. Anche in questo caso è poi una questione di misura: se scegliete una lingerie troppo stretta, come unico risultato otterrete quello di creare solchi visibili che sotto i vestiti “segnano” la silhouette, creando anche in questo caso l’effetto cotechino. Sotto i vestiti chiari e leggeri l’ideale è scegliere la biancheria intima color nude, così che si amalgami al colore della pelle e non risulti visibile sotto i vestiti. Per evitare l’effetto cotechino di cui prima, scegliete slip e reggiseni in tessuto sottile, senza cuciture. Oltre a essere comodi risulteranno invisibili sotto gli indumenti.  Non dimentichiamoci poi che l’esposizione di reggiseni, mutandine e perizoma, magari colorati, non è mai sexy, ma sempre volgare e fuori luogo.

cadute di stile 3

Scegli la calza giusta

I collant sono sicuramente una delle grandi invenzioni dell’ultimo secolo, ma bisogna stare attente a scegliere quelli giusti. La prima regola è che non segnino in vita: meglio optare per una taglia in più che per una in meno. Se poi volete dare un tocco di originalità al vostro look sbizzarritevi con i collant fantasia. Attenzione però, non dimenticatevi mai la regola più importate di tutte, ovvero quella del buon gusto. La fantasia deve sempre essere sobria ed elegante. Non pensate neanche lontanamente che fiori, strass e macro disegni possano far di voi una signora chic. Se volete andare sul sicuro, la soluzione ideale è la parigina o l’autoreggente. Oltre a evitare il rischio di segnare il punto vita, farà felice il vostro partner e aumenterà il vostro sex appeal.
Non disdegnate poi le calze o i collant color carne, a patto che siano trasparentissimi. L’effetto nude metterà in risalto non solo le vostre gambe ma anche il vostro outfit. Per esempio, sotto il classico tubino nero la calza coprente dello stesso colore amalgma troppo l’outfit, mentre la calza trasparente lo mette in risalto. Infine, sotto le gonne sono assolutamente da bandire i gambaletti e sotto i pantaloni le calze, i calzini e i calzettoni bianchi. Che indossiate un paio di sneakers o di scarpe basse, ricordatevi che si vedono! Basta sedersi e accavallare le gambe perchè compaiano e facciano inorridire gli astanti.

cadute di stile 4

Bijoux mon amour

Qualsiasi outfit, per essere completo ha bisogno della complicità di almeno un bijoux. Non ha importanza che si tratti di oreficeria o di bigiotteria, quello che conta è che sia equilibrato e proporzionato al look. La regola base è quindi quella di non eccedere, per nessun motivo al mondo. Se si scelgono un pio di orecchini importanti e vistosi, rinunciate alla collana, mentre se volete indossare una collana importante, rinunciate agli orecchini, oppure sceglietene un paio molto discreto, quasi invisibile. Mai esagerare: meglio un pezzo bello e bilanciato con un altro, piuttosto che un’esibizione modello Madonna del Rosario.

cadute di stile 5

Fantasia… ma non troppo

Se amate i tessuti fantasia, il primo errore da non commettere è quello di mischiarle. Per intenderci: una maglia a fiori con un pantalone a quadretti potrebbe far scappare anche il più interessato dei pretendenti. Se non volete che le altre signore vi identifichino come la peggior vestita della serata evitate anche il total look: maglia, pantaloni, cappotto e scarpe zebrate farebbero scappare chiunque. Anche se foste in Africa. Ricordatevi poi che la fantasia animalier non sta bene a tutte perchè mette in evidenza le forme. Per le amanti dell’animalier e dei tessuti fantasia in generale, vale un’unica e fondamentale regola: scegliere solo un capo e abbinarlo ad altri rigorosamente a tinta unita, che può anche riprendere il colore dominante della fantasia.

cadute di stile 7

Nessuna piega

Non c’è niente di peggio che indossare un capo stropicciato. Se volete essere considerate trasandate e poco curate questo è il modo migliore. Considerato che stirare è una di quelle attività casalinghe che la maggior parte di noi eviterebbe volentieri, usate qualche trucchetto per fare in modo che non ci sia biasogno di ricorrere al ferro da stiro soprattutto se non se ne ha il tempo. Riducete al minimo la potenza della centrifuga della lavatrice, evitate le mollette e appendete il più possibile i capi bagnati sulle grucce: vi basterà lasciarli appesi in bagno mentre fate la doccia e l’esposizione al vapore eliminerà in modo naturale anche le pieghe più ostinate.

cadute di stile 6

 

 

 

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.