Teatro

L’aquila è in volo: Iva Zanicchi racconta la sua vita da zingara

Video del giorno

di  | 
Per la prima volta la cantante emiliana ripercorre sul palcoscenico la sua vita e la sua carriera mettendosi completamente a nudo, tra racconti coloriti e brani che hanno fatto la storia della musica leggera italiana

Vita da Zingara

Una vita da zingara è uno spettacolo che ci riporta ai grandi recital della nostra tradizione musicale, scritto da Iva Zanicchi e Mario Audino, con la collaborazione di Lorenzo Arrigoni, che piacerà molto anche chi segue la Zanicchi da sempre, perché, forse per la prima volta, in questo show, Iva ha scelto di raccontare la sua vita e la sua carriera mettendosi completamente a nudo.

zanicchi zingara 1
Le tre date sold-out dello scorso novembre al Teatro Nuovo di Milano ci hanno permesso di ammirare la cantante in questa bellissima esperienza artistica, un vero e proprio One Woman Show, in cui ripercorre una carriera costellata di momenti emozionanti.

Il racconto parte da Vaglie di Ligonchio, “un paese che non c’era nemmeno sulla cartina”, con i racconti familiari e intimi della sua infanzia e un divertente dialogo della Zanicchi con se stessa bambina in video. Attraverso la formula del teatro canzone, si alternano gli aneddoti e i racconti, questi a volte forse un po’ troppo coloriti, e i successi indimenticabili come Testarda io, Zingara, Io ti darò di più, Come ti vorrei e Un uomo senza tempo.

Binomio zanicchi fellini
Per la Zanicchi, questa è anche l’occasione per ricordare i tanti artisti amici che hanno segnato la sua vita e il suo persorso artistico: da Aznavour, Fellini Morandi fino all’incontro col grande poeta Giuseppe Ungaretti e con lo scultore Piero Manzù. Sul palco, Iva è accompagnata da un’orchestra di cinque elementi e due coriste, mentre sugli schermi a lato e alle spalle del palco scorrono le immagini significative della sua carriera.

Iva Zanicchi al Teatro Nuovo

Image credits: Dario Contri per Signoresidiventa (all right reserved)

Noi eravamo presenti all’affollatissima prima di questo spettacolo a cui hanno preso parte tra il pubblico, molti colleghi e amici della cantante emiliana, da Gerry Scotti, con cui Iva tornerà a breve in TV a Tu si que vales, a Cristiano Maglioglio, autore di molti successi della Zanicchi, tra i quali la canzone vincitrice del Sanremo 1974 Ciao cara, come stai?, che dopo molto tempo abbiamo avuto il piacere di riascoltare dal vivo in questo recital.

Iva Zanicchi al Teatro Nuovo di milano

Image credits: Dario Contri per Signoresidiventa (all right reserved)

Uno dei momenti più emozionanti è stata la riproposta de La riva bianca, la riva nera, con un nuovo riuscitissimo arrangiamento, introdotta dalla lettura di una lettera dal fronte e accompagnata da immagini della Grande guerra. Davvero da brivido.
Intenso anche il racconto della Grecia sotto il regime dei Colonnelli e l’incontro con Mikis Teodorakis, che si chiude con una rilettura sirtaky della splendida Un fiume amaro.

Locandina Iva Zanicchi
Una vita da zingara
oltre che un piacevole spettacolo, è davvero un suggestivo percorso tra le pagine più belle e significative della storia della canzone italiana, ma anche della storia del nostro Paese, con una raffica di canzoni, che insieme alla potenza vocale dell’Aquila di Ligonchio, creano uno show imperdibile per chi ama questa grande artista italiana. Lo spettacolo tornerà in scena  il 23 marzo a Bologna e il 24 aprile al teatro Brancaccio di Roma: se potete, non perdetevelo!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *