Beauty 50

Nessuna è perfetta: fai come le star che valorizzano i loro difetti

di  | 
Saper rendere un tratto distintivo le proprie imperfezioni è un'arte che le dive di Hollywood conoscono bene: così, per esempio, il naso della Streisand, il lato B della Lopez, le orecchie della Moore e la bocca della Diaz si sono trasformati in autentici punti di forza. E noi? Impariamo da loro...

 

Perché combattere un’inutile guerra con i difetti del proprio aspetto? Non è invece meglio valorizzare quel fastidioso inestetismo e farlo diventare un tratto distintivo della nostra personalità? La lista è lunga e tutte noi abbiamo qualcosa che non amiamo del nostro aspetto fisico: dalla bassa statura, alle lentiggini, a un lato B inesistente o troppo pronunciato, passando per le cosce e le caviglie grosse, per arrivare al seno di dimensioni ridotte o al naso, dalla forma e dalle dimensioni troppo pronunciate. E potremmo andare avanti con l’elenco, ma il punto non è quale sia il “difetto” contro cui combattere ma trasformare quell’apparente difetto, che a noi sembra così macroscopico e insopportabile, in un punto di forza.

Barbra Streisand

Barbra Streisand in una foto del 1965.

Pensate a quanto fascino e a quanta femminilità Barbra Streisand è in grado di comunicare attraverso il suo aspetto e quanto questo sia dovuto a un naso che decisamente non passa inosservato e che Barbra è riuscita a valorizzare dagli inizi della sua carriera fino a renderlo uno dei tratti distintivi del suo aspetto. E se di nasi importanti vogliamo parlare, anche quelli di Uma Thurman e di Sarah Jessica Parker non si può dire siano poco visibili.
Volete qualche altro esempio? Salma Hayek ed Eva Longoria misurano entrambe 1,57 cm. Eppure per loro la bassa statura non è stata un limite, ma anzi, è diventata una caratteristica che hanno saputo mettere in valore e che non hanno cercato di nascondere in alcun modo.

salma-hayek

Salma Hayek, fiera del suo metro e 57 cm.

E ancora, la bocca di Cameron Diaz le occupa praticamente tutta la parte bassa del volto; Jennifer Aniston ha un mento che non passa inosservato e che comunemente chiamiamo “scucchia”; Keira Knightley ha una prima misura scarsa di reggiseno, eppure è immensamente sexy; Rossy De Palma ha un viso che sembra uscito da un quadro di Picasso, e ciò nonostante ha fascino da vendere . E che dire delle orecchie a sventola di Jennifer Garner, Kate Hudson o di Demi Moore? E del fondo schiena di Jennifer Lopez che la cantante latina ha fatto diventare il suo marchio di fabbrica?

jennifer-lopez

Jennifer Lopez e il suo famoso lato B.

Insomma, citando il mitico A qualcuno piace caldo, “Nobody is perfect” ed è ora di imparare ad amare anche ogni nostro difetto, capace di renderci uniche e diverse rispetto a tutte le altre. Se siamo capaci di volerci bene e di amarci per ciò che siamo, quello stesso difetto saremo anche in grado di farlo diventare un emblema di sensualità, esibendolo addirittura con sicurezza e disinvoltura e permettendogli dunque non solo di integrarsi in un contesto di estetica generale ma di saperlo metterlo in valore al punto che dall’essere un problema diventerà la soluzione.

keira-knightley

Keira Knightley esibisce con naturalezza il suo decoltè.

E ricordatevi che non si deve essere Miss Mondo per piacere e che il segreto è sempre e solo uno: piacere a se stesse. Perché nessuno è perfetto, ma lo può diventare proprio valorizzando le proprie imperfezioni. Proprio come hanno fatto tante star di Hollywood.

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.