ATTUALITA'

Oggi è la giornata mondiale del bacio: ecco quelli più famosi

di  | 
Il "dolce apostrofo rosa tra le parole ti amo", celebrato ogni anno il 6 luglio, ha ispirato nel corso dei secoli pittori e registi cinematografici che ce l'hanno tramandato in varie versioni. Ecco la nostra hit, nella quale non può mancare la geniale invenzione di un'azienda dolciaria di Perugia

 

Simboli per eccellenza dell’amore romantico, i baci (a differenza del sesso) sono un comportamento esclusivo degli essere umani… con qualche eccezione! Ecco la nostra classifica con gli 8 baci più famosi di tutti i tempi, dalla pittura al cinema.

Gli 8 baci più famosi di tutti i tempi

  1. Il bacio di Francesco Hayez (dipinto)
  2. V-J DAY in Times Square di Alfred Eisenstaedt (fotografia)
  3. Der Kuss di Gustav Klimt (dipinto)
  4. Il bacio di Notorius di Alfred Hitchcock (scena di un film)
  5. Le Basier di Auguste Rodin (scultura)
  6. Il Bacio Perugina di Federico Seneca (immagine pubblicitaria)
  7. Il bacio di Via col Vento di Victor Fleming (scena di un film)
  8. Il bacio di Lilli e il Vagabondo di Walt Disney (scena di un cartone animato)

1)  Il bacio di Hayez

Nel 1859, in pieno Risorgimento, il pittore Francesco Hayez dipingeva l’opera che sarebbe divenuta uno dei  manifesti dell’arte romantica italiana: Il bacio.

baci-hayez
Hayez, nato a Venezia, ma milanese d’adozione, era un fervente patriota. Non a caso l’ambientazione scelta dall’artista è rinascimentale, epoca che per gli intellettuali di quel tempo rappresentava la culla dello spirito identitario italiano. I due giovani, abbracciati in un bacio passionale, simboleggiano l’amor di patria.  Il dipinto è oggi custodito a Milano presso la Pinacoteca di Brera.

2) V-J Day in Times Square (o V-Day and The Kiss)

Il titolo esteso di questa foto, una delle più iconiche della storia, è Victory-over-Japan Day in Times Square, ovvero il giorno della vittoria contro il Giappone in Times Square, la piazza di New York in cui il 14 agosto 1945 gli americani stavano festeggiando la fine della Seconda Guerra Mondiale.

baci-kiss

Questo scatto, realizzato dal fotografo Alfred Eisenstaedt e pubblicato sulla rivista Life, ritrae un marinaio e un’infermiera che si baciano in mezzo alla gente, con una sorta di allegro casquet. L’identità dei due giovani è rimasta sempre incerta, perché il caos della giornata non consentì al fotografo di domandare i nomi ai propri soggetti.

3) Der Kuss – Il Bacio di Klimt

Un altro capolavoro della pittura europea è Der Kuss – Il Bacio, realizzato dal pittore austriaco Gustav Klimt tra il 1907 e il 1908. Questo dipinto, conservato al Belvedere di Vienna, incarna i canoni pittorici dello stile Liberty con una profusione di oro e decorazioni applicate.

baci - klimt

Klimt si ispirò allo stile bizantino dopo un soggiorno in Italia, a Ravenna, dove aveva ammirato i famosi mosaici: l’eleganza sensuale e mistica del soggetto ha reso questo dipinto un simbolo dell’arte secessionista viennese e della Belle Epoque.

4) Il bacio di Notorius

Nel 1946, il grande regista Alfred Hitchcock dirigeva il thriller sentimentale Notorius – L’amante perduta, con protagonisti Cary Grant e Ingrid Bergman. Hitchcock voleva girare una scena memorabile, con un lungo bacio tra i due attori; ma la censura imposta a quei tempi da Hollywood impediva i baci prolungati sullo schermo.

baci-notorius

Per aggirare questa limitazione, il regista decise di ricorrere a una sequenza di tanti piccoli baci per una durata totale di ben tre minuti. Questa sensuale successione di baci divenne una scena cult ed entrò subito nel Guinnes dei primati.

 

5) Il Bacio Perugina

il Bacio Perugina è indubbiamente il più ricorrente di tutti i baci! L’immagine pubblicitaria dei famosi cioccolatini (la cui forma vuole richiamare quella dei seni femminili) è stata ideata da Federico Seneca, noto grafico, nonché direttore artistico dell’azienda Perugina negli Anni 20.

baci_perugina_

Seneca s’ispirò proprio al dipinto di Hayez realizzando un soggetto romantico ma onirico, con il blu come sfondo in contrapposizione all’argento lunare della carta dei cioccolatini. Sua anche l’idea d’inserire dei bigliettini con frasi d’amore (quest’anno ci sono quelle del cantante Enrico Nigiotti e di Mara Maionchi, ma in passato abbiamo visto qualcosa di poeticamente più elevato). L’immagine ha subito piccole variazioni nel corso degli anni, ma la sua riconoscibilità è rimasta immutata nel tempo.

6) Le Baiser Il Bacio di Rodin

La scultura marmorea, realizzata tra il 1888 e il 1889 dall’artista francese Auguste Rodin, rappresenta una tematica tratta dalla Divina Commedia: il bacio tra Paolo e Francesca. In un primo tempo, Il Bacio doveva essere inserito in un gruppo scultoreo più esteso, cioè La Porta dell’Inferno, ma la forte passionalità sprigionata dall’opera indusse Rodin a cambiare idea.

baci-rodin

A posare per la figura femminile fu la giovane artista Camille Claudel, divenuta poi amante dello scultore. L’opera è oggi custodita a Parigi presso il Museo Rodin.

 

7) Il bacio di Via col Vento (Gone with the Wind)

Via col Vento, film del 1939 tratto dall’omonimo romanzo di Margaret Mitchell e vincitore di 10 premi Oscar, è un cult sotto ogni punto di vista. Indimenticabile la burrascosa relazione tra Rossella O’Hara (Vivien Leigh) e  Rhett Butler (Clark Gable). Una storia d’amore poco romantica e per nulla tradizionale, ma molto passionale.

baci-via-col-vento

“Nessuno di quegli idioti vi ha mai baciato così” è la frase che lo sfrontato Rhett rivolge a Rossella in occasione del loro primo bacio. L’altro inciso memorabile di Mr. Butler è “Dovresti essere baciata e spesso, da qualcuno che sa come farlo”.  Parole rimaste nella storia del cinema insieme alle ancora più famose “Francamente me ne infischio” e “Domani è un altro giorno”.

8) Il bacio di Lilli e il Vagabondo (Lady and the Tramp)

Questo bacio è sicuramente il più tenero della storia! Il film animato Lilli e il Vagabondo, prodotto dalla Walt Disney nel 1955, ha come protagonisti due cagnolini che s’innamorano nonostante la diversa “estrazione sociale”. Indimenticabile il momento in cui i due fidanzatini a quattro zampe condividono un piatto di spaghetti al lume di candela, e si ritrovano con imbarazzo “muso a muso”.

bacio-lilli-e-il-vagabondo

Il bacio dello spaghetto è diventato talmente celebre da essere oggetto d’imitazione in molte circostanze romantiche, però con protagonisti umani.

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.