CURIOSITA' DAL MONDO

Per motivi di sicurezza sterminate le… margherite

di  | 
Erano fiori "unici e irripetibili" risalenti al 1850 e conservati in un museo di Parigi. Ma, inviati per un'esposizione in Australia, non hanno superato i controlli aeroportuali e sono andati distrutti

 

In Australia, per preservare la biodiversità, i controlli aeroportuali sono severissimi. Così severi che a volte possono accadere incidenti irreparabili. E’ il caso di una serie di rarissimi fiori del 1850 inviati dal Museo Nazionale di Storia Naturale di Parigi a Brisbane, dove erano attesi per delle ricerche all’erbario del Queensland.
Quando la scatola contenente margherite «uniche e insostituibili» è arrivata nell’aeroporto australiano è stata presa in consegna dagli addetti alla biosicurezza del Paese che hanno deciso di metterla in quarantena dato che mancavano specifici documenti richiesti e alcuni di questi erano stati compilati in modo errato.
Dopo 46 giorni di fermo
, mentre i ricercatori e le autorità aeroportuali stavano ancora dibattendo sui documenti in attesa del rilascio, sono state distrutte.
L’incidente, fa notare Michelle Waycott, responsabile della Australasian Herbaria, è il secondo nel giro di poche settimane. Anche un campione di rari licheni spedito dalla Nuova Zelanda all’Erbario Nazionale di Canberra è stato distrutto dagli agenti di biosicurezza. Come per le antiche margherite, sostengono gli scienziati, si tratta di un enorme danno alla potenziale ricerca.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.