ATTUALITA'

Pretty woman ha compiuto 30 anni e oggi noi vi sveliamo che…

di  | 
Il film diretto da Garry Marshall che ha incassato in tutto il mondo 463,406,268 dollari diventando così una delle pellicole di più grande successo della storia uscì il 23 marzo 1990: ecco alcuni inediti retroscena che coinvolgono Julia Roberts e Richard Gere

Ebbene sì, care, signore. Sembra ieri eppure uno dei nostri cult movie per eccellenza ha da poco spento ben 30 candeline! Era il 23 marzo del 1990 quando nei cinema americani venne proiettato per la prima volta Pretty Woman. Il film diretto da Garry Marshall e costato 14 milioni di dollari, ha incassato in tutto il mondo 463,406,268 dollari diventando così uno dei film di più grande successo della storia.
Fu proprio grazie a Pretty Woman che Julia Roberts conquistò fama e successo, tanto da essere candidata agli Oscar come Miglior attrice protagonista e vincere il Golden Globe.

pretty-woman-

D’altronde, come si fa a non amare quel film e quella favola che ognuna di noi signore vorrebbe vivere? Chi di noi non ha sognato un Edward, bello, ricco e gentile come Richard Gere? I film come questi, proprio come le belle favole a lieto fine, servono a farci vivere per un paio d’ore ciò che nella realtà vorremmo accadesse a aognuna di noi. Lo sanno bene quelli della Disney che sono intervenuti nella produzione del film rendendolo così la bellissima fiaba d’amore che conosciamo. Già, perchè forse non tutti sanno che la prima versione della sceneggiatura, prevedeva la morte di Vivian per overdose.  Questo perché all’inizio la pellicola era un dramma, cupo, vietato ai minori.

Lo sapevate che…?

Ci sono alcune curiosità che riguardano il film. Come ogni produzione, il dietro le quinte riserva sempre delle soprese. Eccovene alcune!

I ruoli

pretty-woman- gere - roberts

Gere e la Roberts vennero scelti dopo che illustri colleghi rifiutarono d’interpretare Vivian ed Edward. Di chi si tratta? Per il ruolo di Vivian la parte venne proposta a Meg Ryan, Michelle Pfeiffer, Sarah Jessica Parker e Sandra Bullock (che rifiutarono), mentre per quello di Edward erano stati considerati Al Pacino, Sylvester Stallone.

La giacca di Vivian

pretty-woman- gere - roberts 2

La giacca da smoking rossa che Vivian indossa quando Edward la incontra per la prima volta su Hollywood Boulevard non è un costume di scena creato per il film. I costumisti, mentre erano in giro per cercare ispirazioni, hanno incontrato una persona che indossava quella giacca e gliela hanno comprata!

I capelli di Vivian

pretty-woman- julia-roberts

Quando Edward la incontra per la prima volta, la Roberts indossa una parrucca bionda che in seguito si toglierà per rivelare i suoi lunghi capelli rossi che erano stati tinti per esigenze di scena. Durante la scena della vasca da bagno però, la tinta ha cominciato a colare e a colorare l’acqua di rosso!

Lo scherzo a Julia

pretty-woman- julia-roberts-vasca-da-bagno

Nella famosa scena della vasca, quando Vivien canticchia con le cuffiette del walkman sulle orecchie, alla proposta di Edward di passare l’intera settimana con lui, la Roberts si immerge completamente sott’acqua per poi riemergere accettando la proposta. Al primo ciak di questa scena, la troupe dicese di fare uno scherzo all’attrice che quando riemerse si ritrovò il set completamente vuoto. Gere e tutti i presenti erano usciti dalla stanza e la Roberts si ritrovò improvvisamente da sola!

Richard musicista

pretty-woman-richard-gere-pianoforte

La scena in cui Edward suona il piano non è finzione: l’attore suona davvero il pianoforte eseguendo un brano composto da lui.

La scena della collana

pretty-woman-scena-della-collana

Quando Edward mostra a Vivian il bellissimo collier di rubini e diamanti, la sceneggiatura non prevedeva che Edward chiudesse all’improvviso la scatola che conteneva il gioiello. Fu un’idea di Marshall, che prese Gere da parte e gli disse di chiudere la scatola nel preciso istante in cui Vivian prendeva la collana. La Roberts dunque non ne sapeva nulla e la sua bellissima risata a 32 denti è stata una spontanea e genuina conseguenza di quella felice scelta del regista.

Il sequel

se scappi ti sposo

Il regista Garry Marshall insieme a Julia Roberts e Richard Gere sul set di Se scappi ti sposo

Dopo il grande successo tutti si aspettavano il seguito. Il regista decise di non proseguire il racconto della storia di Vivian ed Edward ma visto che la coppia cinematografica funzionava benissimo, per renderli di nuvo protagonisti sullo schermo, scelse la sceneggiatura di Se scappi ti sposo.

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.