RIFLESSI DI CINEMA

Se ami Emma Thompson, qui la ritrovi al massimo della forma

di  | 
E poi c'è Katherine" ricalca lo schema di classiche commedie come "Eva contro Eva" o "Il diavolo veste Prada". Ma a renderlo ancora più gustoso e frizzante è la sua protagonista, sempre più bella, brava e sofisticata

 

E POI C’E’ KATHERINE

katherine locandina

un film di
 Nisha Ganatra
con 
Emma Thompson, Mindy Khaling, John Lithgow

______________________________________________________________

Prendete Il diavolo veste Prada, cambiate ambiente e da una rivista di moda trasferitevi in un talk show di successo. Sostituite Meryl Streep con Emma Thompson, miscelate il tutto aggiornandolo ai tempi del #MeToo e del politicamente corretto. Agitate bene e servite in una sera di fine estate.

Katherine 1

Il risultato, gradevole, è questa pimpante commedia su una leggendaria conduttrice televisiva (Emma Thompson sempre più bella, brava e sofisticata) abituata, neppure per cattiveria, forse per sbadati pregiudizi, ad attorniarsi solo di uomini. Visti i tempi e le critiche sempre in agguato quando di mezzo ci sono gli ascolti, decide assumere fra gli autori una donna. Perfetta, visto che è pure di origini indiane.

Katherine 2

Si chiama Molly, è impacciata e talentuosa e assomiglia moltissimo all’attrice che la interpreta che è anche l’autrice della sceneggiatura: Mindy Khaling.
La storia prosegue come la potete immaginare. La conduttrice senior attraversa una crisi di popolarità e la nuova assunta, prima svillaneggiata alla fine le diventerà indispensabile, prendendo il posto della figlia mai arrivata.
Vero, niente di originale, ma qualche battuta frizzante c’è ed Emma Thompson vale comunque il prezzo del biglietto.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.