CURIOSITA' DAL MONDO

L’ultima follia: regalarsi per Natale un neonato di plastica

di  | 
Si chiama Reborn Doll ed è un bambolotto (costoso) che assomiglia in maniera impressionate a un bebè in carne e ossa. E sta crescendo anche in Italia il numero delle donne che ne comprano uno e lo trattano in tutto e per tutto come un figlio. Pretendendo anche che il pediatra lo visiti...

reborn dolls baby kiss
Quante di noi hanno sentito suonare l’orologio biologico, magari verso i 30, e sono state invase dal desiderio di diventare madri? E quante di noi si sono trovate poi tra pannolini, capricci, pulizie interminabili e cotillon, a pronunciare le fatidiche parole «Ma chi me l’ha fatto fare»? Ebbene, visti i pro e i contro, c’è un modo per alleviare l’istinto materno senza incappare negli oneri: acquistare una Reborn Doll. Quando la bambola diventa un figlio.

woman with reborn dolls
Si tratta di pupazzi, somiglianti in tutto e per tutto a dei bebè, che devono essere accuditi come se fossero bambini reali. Li devi portare al parco giochi, cambiare i pannolini, fare il bagnetto e sui social ci si scambiano opinioni su come vestirli e acconciarli. Il fenomeno, diventato virale negli Stati Uniti con oltre 400 mila video postati su Youtube, è esploso negli ultimi anni anche nel nostro Paese. E pare che non siano poche le donne che a Babbo Natale hanno chiesto proprio un neonato di plastica, che non è il Gesù Bambino del presepe, ma un facente-funzioni di un bambino in carne e ossa.

reborn dolles baby
Forse queste nuove aspiranti mamme sono state suggestionate dalle testimonianze incredibili che si trovano sul Web: c’è chi compra vere pappe per bebè, chi usa la Nutella per simulare la pupù al parco, e chi ha tentato di ingaggiare una tata per la propria bambola. Addirittura una ragazza chiede un consiglio su come spiegare al nuovo fidanzato l’esistenza della finta neonata. Un’utente scrive ancora: «Siamo andati al parco con la carrozzina e poi mi è venuta l’idea di portarlo dal medico di base. Nella sala d’attesa mi hanno fatto tutti i complimenti per come fosse buono e dormisse sereno. Poco prima del mio turno ho finto una chiamata e sono uscita. Che peccato non poter coinvolgere il dottore in questa cosa!».

reborn dolls boy
Le Reborn Dolls nascono negli Stati Uniti all’inizio degli Anni 90 e inizialmente venivano acquistate da un pubblico di collezionisti. Realizzate da artigiani interamente a mano, le bambole sono delle opere uniche e iperrealistiche. Un singolo pezzo può costare da un minimo di 500 euro fino a un massimo di 20 mila euro. Al tatto le bambole risultano morbide e di frequente vengono inseriti sulla testa dei pupazzi capelli veri. Va anche di moda posizionare un magnete all’interno della loro bocca per far si che trattengano ciucci e biberon. Negli anni si è sviluppato un vero e proprio mercato delle Reborn Dolls che vengono vendute su Ebay con spedizioni in tutto il mondo. La domanda è: è più i(pe)rrealistica la bambola o chi la compra?

Potrebbe interessarti anche

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.