RIFLESSI DI CINEMA

Strano ma vero: ecco un film che ti tiene incollata alla poltrona

di  | 
"Strange but true" i lascia vedere: fossimo davanti alla Tv ci alzeremmo giusto un paio di volte per andare a prenderci qualcosa da bere. Ma poi arriveremmo alla fine per sapere cosa è successo alla protagonista

 

Strange but true

strange but true locandina

un film di
 Nisha Ganatra
con 
Nick Robinson, Amy Ryan, Greg Kinnear, Brian Cox, Margaret Qualley.

______________________________________________________________

Succedono cose strane al cinema: diventa sempre più difficile definire il genere di un film, perché sono ormai tantissimi quelli che iniziano con un certo tono e finiscono in tutta un’altra direzione, mescolando commedia, thriller, horror, film adolescenziale, pellicola intimista. Come accade in questo caso (la storia è tratta dal romanzo omonimo di John Searles, edito in Italia da DeA Planeta).
In realtà il prologo avrebbe dovuto mettere in guardia sulle sorprese: vediamo infatti un ragazzo con una gamba fasciata e le stampelle che corre a perdifiato in un bosco, inseguito da non si sa chi e la scritta “due giorni prima…”.

Strange_But_True

Sequenza successiva: siamo in un altro mondo, chiaro e abbastanza sereno. Una bella casa in una delle solite zone residenziali americane, il ragazzo del prologo sdraiato sul divano e la madre, clima teso ma neppure troppo, fino a quando suona il campanello Melissa, incinta, faccino ingenuo e occhioni sgranati. Si tratta della fidanzata dell’altro fratello, morto cinque anni prima (nel corso del film si capirà quando e come) che sostiene una tesi difficile da credere: il padre del bambino sarebbe il fidanzatino morto.

strange-but-true2

La storia avrebbe potuto prendere mille strade. La follia e la suggestione. Il sogno. L’avventurarsi nei sentieri del sovrannaturale. E se si trattasse di un’inseminazione post mortem? Perché no, visto che il padre del ragazzo scomparso è un ginecologo. E se invece fosse proprio lui il padre, avendo cercato di compensare il dolore per la morte del figlio seducendone la fidanzatina? E se si trattasse di qualcosa di mistico religioso? Spazio alla fantasia, mettetevi anche voi d’impegno e trovate altre possibili spiegazioni. Quella a cui si arriva ha punti e spunti interessanti. Insomma, non delude.

strange-but-true3
Che dire, il film si lascia vedere, fossimo davanti alla Tv ci alzeremmo giusto un paio di volte per andare a prenderci qualcosa da bere. Ma poi arriveremmo alla fine perché, diamine, vorremmo proprio sapere cosa diavolo sia successo alla dolce protagonista.
Ma chissà, alla fine un bambino e pur sempre un bambino ed è fra gli aspetti belli della vita. Non aggiungo altro, anche perché il film di più non merita.

 

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.