RIFLESSI DI CINEMA

Quegli “Imprevisti digitali” che interessano ognuno di noi

di  | 
Il collante sociale, che oscilla fra realismo e paradosso, sviluppa continui meccanismi di identificazione che ci fanno sentire protagonisti di quegli "imprevisti digitali" con cui prima o poi ci si confronta

IMPREVISTI DIGITALI

imprevisti-digitali

un film di BENOÎT DELÉPINE e GUSTAVE KERVERN
con Blanche Gardin, Denis Podalydès, Corinne Masiero, Benoît Poelvoorde, Vincent Lacoste, Michel Houellebecq

  _____________________________________________________________

C’è un abisso fra i nativi digitali e tutti gli altri. Non è solo questione di età, di mezzo c’è anche l’inettitudine nei confronti di tutto quello che è tecnologico e magari anche un po’ di distrazione. Però, in effetti, tocca ammetterlo, è soprattutto una questione anagrafica. La commedia francese è generosa con tutti quelli che combinano pasticci con il mondo virtuale, sparge indulgenza a piene mani e contribuisce ad alleviare i sensi di colpa in chi, come una delle protagoniste del film, va nel panico ogni volta che un sito chiede la password. Lei, tanto per dire, se le segna sulle pareti del freezer. Non forse il posto più sicuro.

Imprevisti_digitali_film

I francesi sono sempre molto bravi a cogliere i dettagli della quotidianità, quelli più spinosi come quelli più banali. E a distillarne l’aspetto più irriverente, riuscendo a far ridere anche delle (piccole) tragedie, come ampiamente dimostra questo film.

imprevisti-digitali_3

Ognuno degli imbranati protagonisti alle prese con gli imprevisti digitali ha le sue gatte da pelare. Una donna ancora belloccia, separata dal marito e con figlio adolescente imbronciato, diventa matta per togliere dalla circolazione un video a luci rosse che un giovanotto impertinente, approfittando di una sua sbronza, ha girato per poi ricattarla.  Un uomo di mezza età si innamora della centralinista di un call center e pur di trovarla è disposto non solo a cambiare tutte le utenze e acquistare ogni prodotto proposto, ma anche a spingersi in capo al mondo per incontrarla. E sbattere il muso contro una impietosa realtà. Come se non bastasse sua figlia è bullizzata ed è impossibile eliminare il video virale che immortala tutte le molestie. Una terza donna, dipendente dalle serie tv, si è riciclata come autista privata e non sa come fare ad ottenere giudizi a cinque stelle sul sito aziendale.

imprevisti_digitali_2

Al di là delle situazioni individuali, comiche ma senza cattiveria, quello che funziona di più, oltre a dialoghi frizzantissimi, è il “contenitore”, ovvero il collante sociale, che oscilla fra realismo e paradosso: tutti, anche i nativi digitali, anche l’hacker nerd che nel film ha la sua sede nel cuore di una pala eolica, siamo stritolati dai meccanismi del digitale che sono sempre e comunque più potenti di noi.
L’ansia che scorre inevitabile per tutta la visione, con continui meccanismi di identificazione (soprattutto se qualche volta siete web-imbranati) è però sciolta da un ritmo pimpantissimo e da attori così vivaci e naturali che alla fine del film sembra di conoscerli da sempre.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.