STILE DI VITA

Attenta all’uomo fantasma che appare e poi subito scompare

Video del giorno

di  | 
Appartiene a una delle tre categorie più nocive di maschi: il ghosthman, lo zombieman e l'orbiman. Entrano nell'orbita di una donna, spesso come amanti, e le rovinano la vita con la loro presenza altalenante. Da evitare...

 

Ci sono uomini che appaiono e all’improvviso scompaiono, altri che ricompaiono dopo avervi scaricato senza farsi nessuno scrupolo e altri ancora che prima vi mollano e poi continuano a spiarvi segretamente, rimanendo così al corrente di ogni vostra mossa. Sono tre categorie di uomini da cui star lontane e per ognuna di esse è stato coniato un termine appropriato che identifica le azioni di questi soggetti, che c’è da sperare di non incontrare mai.
Vediamo dunque, nello specifico, ognuna delle tre categorie, partendo dalla prima:

The ghostman

magritte-senza-volto
E’ colui che dopo avervi conquistato, sedotto, frequentato brevemente e avervi fatto credere di essere la donna della sua vita, all’improvviso scompare. Svanisce come neve al sole, senza lasciare alcuna traccia e cancellandovi all’improvviso dalla sua esistenza. Inutile che lo cerchiate: non vi risponderà. In un attimo vi avrà cancellato non solo dalla sua vita ma anche da tutti i canali social, vi avrà bloccato sulle chat e messo il vostro numero nella lista degli indesiderati. Non vi darà né modo né maniera di recuperarlo e se al momento vi sembra una tragedia ben presto vi renderete conto che invece è una fortuna. Perché chi pratica il ghosting lo fa abitudinariamente: oggi è toccato a voi, domani toccherà a un’altra.

Chi è il ghostman

Il classico malato di F., quello a cui una sola cosa interessa: portare a letto il maggior numero di donne, dimostrando a se stesso di essere un grande seduttore, irresistibile e insostituibile. La tecnica è sempre la stessa: ti corteggio, ti seduco, ti mollo e scompaio. Tipico dei classici vampiri di energia emotiva, dei narcisisti patologici , degli uomini tossici , dei bugiardi seriali e dei manipolatori perversi, che se ne guardano bene dall’affrontare qualsiasi tipo di confronto. Perché rimetterci la faccia ammettendo di avervi mentito quando vi diceva di amarvi e dover confermare di avervi solo usato per un po’ di ginnastica da camera? Molto meglio sparire, fregandosene se il ricordo che vi lascerà è quello di essere un uomo di merda. L’importante è non dovervi affrontare ed evitarsi così qualsiasi “menata”.

The zombieman

ZombiemAN
Un altro a cui piace sparire di colpo, ma a differenza del ghostman, l’uomo che appartiene a questa categoria, all’improvviso ricompare. Proprio come all’improvviso era scomparso, si ripresenta davanti a voi, redivivo e resuscitato. Nell’era dei social è facile riuscirci: basta un like su un vostro post, un incontro “casuale” mentre uscite dall’ufficio, un messaggio “sbagliato” con la classica giustificazione dell’omonimia, et voilà, ecco la messa in atto dello zombieing. L’errore più grande che possiate commettere è quello di dargli corda: così facendo gli darete il tacito consenso a continuare nella sua deplorevole azione, perché, care signore, se pensate che lo zombieman torni da voi perché pentito e conscio di aver commesso uno sbaglio, commettete un colossale errore. Lo zombieman torna perchè ha il letto vuoto! E’ brutto da accettare, ma è solo questo il vero motivo.

Chi è lo zombieman

Ha più o meno le stesse caratteristiche del ghostman sopra citate, con la differenza che se quest’ultimo si limita a scomparire, chi fa zombieing lo fa per soddisfare la propria sete di potere. Non c’è conferma più grande di riuscire a far capitolare una seconda volta la stessa persona. Volete mettere la soddisfazione di un uomo del genere, che dimostra a se stesso la propria forza entrando e uscendo dalla vostra vita, sconvolgendola come e quando vuole?
Che fare dunque? Senza esitazioni, rimandate lo zombieman nella tomba da cui è uscito perché ricordatevi sempre che il lupo perde il pelo ma non il vizio!

The orbiman

spione
Delle tre categorie, forse questa è la peggiore perché corrisponde a quel tipo di uomo che dopo aver fatto ghosting e zombieing, continua a rimanere nella vostra orbita, controllando le vostre mosse e la vostra vita da lontano. Spesso nascondendosi dietro falsi profili, vi spia attraverso i social, verifica se siete on line sulle varie chat, legge tutti i commenti che lasciate agli amici comuni, senza mai palesarsi in modo diretto. Questo significa fare orbiting: lui è l’astronauta che rimane nella vostra orbita, ci gira intorno e osserva di nascosto ciò che fate. Se vi state chiedendo qual è il motivo per cui lo fa, la risposta è semplice: non può fare a meno di voi ma non ha abbastanza palle per stare con voi.

Chi l’orbiman

Di base è uno struzzo, quello cioè che pur di non affrontare le dinamiche di un rapporto di coppia, si accontenta di viverle in modo virtuale e disonesto. E’ un anaffettivo, incapace di amare, ma che allo stesso tempo vi fa credere di essere l’uomo più innamorato del mondo, fino a quando dalle parole deve passare ai fatti. E qui cade l’asino, che prima scappa e poi continua a vivere la vita degli altri. Nella fattispecie la vostra. Già, perché l’essere al corrente di tutto ciò che fate lo illude di essere ancora il protagonista della vostra vita facendolo sentire ancora più forte, proprio perché lui sa di voi ma voi non sapete nulla di lui.
Se vi accorgete dunque che il soggetto in questione sta praticando orbiting nei vostri confronti, non fate l’errore di scomparire dai social ma al contrario dimostrategli di averlo stanato. Magari non smetterà, ma di sicuro si divertirà molto meno.

Gli amanti

amante
Conclusione dolorosa ma inevitabile. Mie care signore, sappiate che la categoria che mette principalmente in atto le tecniche di ghosting, zombieing e orbieng è proprio quella degli amanti, che nella maggior parte dei casi le praticano addirittura tutte e tre.
L’umo che vi aveva giurato di non lasciarvi mai viene beccato dalla moglie o dalla compagnia? Pronti via, se ne torna a casina con la coda tra le gambe, accetta gli arresti domiciliari e diventa il perfetto ghostman. Dall’oggi al domani vi blocca ogni possibilità di contatto: cellulare, Facebook, Instagram, Twitter, Whatsapp e Messanger, giusto perché vi sia chiaro che quella di farsi vive con lui non è la migliore delle idee che possiate avere.
Passa qualche mese e il professionista del ghosting diventa il professionista dello zombieng? Niente di più facile! Sa quanto voi lo amiate ancora, quanto desiderate e che torni e soprattutto sa quanto gli va stretta la vita da recluso matrimoniale, quindi eccolo che resuscita, pronto a distruggervi la vita ancora una volta.
Ma nonostante la sofferenza e il dolore, voi sapete di valere molto più di lui e lo rimbalzate. Cosa accade dunque se il suo ritorno viene accolto con una bella porta in faccia? Accade che l’ex amante lo incassa e si eclissa. O per lo meno, questo è quello che vi vuole far credere, perché statene certe che a questo punto diventerà il massimo esperto di orbiting: per molto tempo non vene accorgerete ma lui è lì, è la presenza virtuale che vi spia, vi segue, vi controlla con lo scopo di raccogliere più informazioni possibili da sferrare in un successivo attacco di zombieing. Perché non fatevi illusioni, tornerà alla carica, giocandosi la carta del Mi mancavi così tanto che ti ho amato a distanza”. E a questo punto, care signore, la risposta è, e deve essere, una sola: “Caro stronzo, quella distanza per me è diventata un oceano, in cui ti ho fatto annegare già da molto tempo”.

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *