ATTUALITA'

Il “corto” shock di Francesco Testi

di  | 
L'attore ha realizzato e diretto un breve film che denuncia la violenza sulle donne. Senza veli sulla lingua, come l'associazione di cui fa parte

 

Molti personaggi dello spettacolo dovrebbero seguire il suo esempio. Il divo della Tv Francesco Testi, che prossimamente vedremo nella quarta stagione della fiction spagnola Velvet, ha deciso di schierarsi in prima persona contro la violenza sulle donne. E lo fa con il cortometraggio Oltre la finestra, scritto e diretto da lui, che dà il via alla nuova campagna sociale promossa dall’associazione Senza veli sulla lingua, di cui l’attore, che ha raggiunto il successo grazie a fiction come L’Onore e il rispetto e Furore, è socio onorario.


Oltre la finestra
 è un filmato a tinte forti che racconta il dramma e la profonda angoscia di una donna (interpretata dall’attrice spagnola Lola Manzano) che subisce in silenzio la violenza fisica e psicologica del proprio compagno, ma che non riesce a ribellarsi al suo aguzzino. La protagonista, schiacciata da un forte senso di colpa, non ha la forza di denunciare alle autorità il suo maltrattatore e di conseguenza non riesce a cambiare il suo destino. “Mi sono ispirato a una storia vera. Tramite Senza veli sulla lingua, infatti, ho conosciuto tante donne vittime di maltrattamenti. Così ho sentito il dovere di fare di più per combattere questa piaga sociale”, dichiara Testi.

L’attore, infatti, ha sempre sostenuto il lavoro dell’associazione, fondata quattro anni fa dall’avvocato anglo-italo-yemenita Ebla Ahmed, che presta gratuitamente aiuto alle vittime di violenza tramite un team di legali altamente qualificati, oltre a commercialisti, psicologi, counselor e mediatori culturali. “Il mio cortometraggio vuole essere un monito per tutte le donne che non hanno il coraggio di denunciare chi fa loro del male”, aggiunge l’attore che ha scelto di appoggiare la richiesta portata avanti da Senza veli sulla lingua affinché vengano incrementate le pene per chi commette abusi. “L’inasprimento delle pene è un passo fondamentale nella lotta contro questa piaga sociale. Lo scopo del mio cortometraggio è anche quello di dare una scossa al nostro governo affinché si adoperi in tal senso”. Insomma la battaglia è lunga ed è solo all’inizio. E Francesco ha deciso di combatterla in prima linea.

1 Commento

  1. Simona

    10 Aprile 2017 at 1:35 pm

    Sei grande Francy in tutto quello che fai
    Continua così e complimenti per la tua intelligenza e bravura. Ti ammiro moltissimo.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.